Corey Taylor sulla reunion dei Pantera: “sono felice di poter risentire quelle canzoni, ma deve essere fatto con rispetto”

La notizia del ritorno dei Pantera dal vivo per una serie di date in America e in Europa ha diviso il mondo del metal.

Per molti, non possono esistere i Pantera senza Dimebag Darrell e Vinnie Paul, i due fratelli Abbott di Arlington, Texas che hanno formato la band nel 1981, una combinazione terrificante di batteria e chitarra che hanno creato il suono trash metal degli anni 80 (insieme a band come Sepultura, Machine Head e Testament).

Vinnie Paul è morto a 54 anni il 22 giugno 2018 nella sua casa di Las Vegas, la fine di Dimebag Darrell è uno degli episodi più tragici nella storia del rock:  l’8 dicembre 2004 un ragazzo con problemi psichiatrici di nome Nathan Gale entra armato nel club Alrose Villa di di Columbus, Ohio durante un concerto della sua band, i Damageplan e spara uccidendo il chitarrista e altre tre persone.

I Pantera si erano già sciolti nel 2001. Venti anni dopo, il cantante Phil Anselmo e il bassista Rex Brown hanno deciso di riportare i Pantera in tour con Zakk Wylde e Charlie Benante. Una scelta che a quanto pare è stata approvata dagli eredi di Vinnie Paul e Dimebag Darrell, che si dice abbiano anche fornito a Zakk Wylde alcune delle chitarre originali di Darrell.

Tra i commenti dei musicisti che hanno preso ispirazione dai Pantera c’è stata l’approvazione di Corey Taylor degli Slipknot: “Conosco tutti i membri di questa formazione e conoscevo tutti quelli della formazione storica dei Pantera. Credo che sarà interessante” ha detto in un’intervista radiofonica, “Sono esaltato all’idea di sentire ancora le canzoni dei Pantera dal vivo, se saranno fatte con rispetto. Non c’è un batterista migliore di Charlie e un chitarrista migliore di Zakk per farlo.” Corey Taylor ha sottolineato la lunga amicizia di Zakk Wylde e Charlie Benante con i Pantera e i fratelli Abbott e a tutti i fan che non riescono ad accettare la reunion che inizierà a dicembre con una data all’Heaven&Hell Metal Fest in Messico prima di suonare in Colombia, Cile e Messico ha lanciato un messaggio: “Funzionerà? Non lo so. Ma diamo a Rex e Phil il beneficio del dubbio e vediamo cosa succede

Fonte : Virgin Radio