Don’t Worry Darling, Olivia Wilde: ‘I miei film brutti? Mi hanno formata come regista’

Non nascondiamoci dietro un dito: tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo svolto un lavoro di cui (eufemismo) non andiamo particolarmente fieri. Si tratta di un passaggio quasi obbligato in qualsivoglia tipo di carriera, anche quella da regista: per informazioni chiedere a Olivia Wilde dei suoi lavori pre-Don’t Worry Darling.

Wilde, recentemente comparsa in un video in cui chiede a Shia LaBeouf di tornare nel cast del film con Florence Pugh ed Harry Styles, ha infatti preso parte da attrice a più di un film non esattamente acclamato dalla critica: nel corso di una conversazione con Maggie Gyllenhaal, però, la regista ha ribadito di non rimpiangere nulla di quanto fatto.

Ho fatto circa 5000 volte i film di mer*a che hai fatto tu!” ha scherzato Wilde con la sua collega, prima di proseguire: “Sono stata in alcuni film davvero brutti, ma ora penso: ‘Li ho fatti per imparare tutte quelle cose che mi hanno formata come regista: so come non parlerò mai alla crew, come non mi rivolgerò mai agli attori, come non calendarizzerò mai un film’“.

Non tutto il male vien per nuocere, insomma: anche le esperienze negative, come nei migliori romanzi di formazione, servono ad imparare qualcosa! Certo è che sul rapporto di Wilde con gli attori qualcuno potrebbe avere da ridire: secondo le ultime voci la regista di Don’t Worry Darling sarebbe in rotta con Florence Pugh.

Fonte : Everyeye