Svastiche e insulti a esponenti politici sui muri della Sapienza

Insulti e svastiche associate a stelle di David. Sono le scritte comparse sui muri di viale dell’Università in zona Sapienza a Roma: “Boldrini sionista”, “Letta sionista” e poi appunto svastiche, insulti al Partito Democratico, scritte anche contro il leader di Azione Carlo Calenda e il senatore uscente e ricandidato Emanuele Fiano, milanese di famiglia ebraica. Il padre Nedo venne deportato ad Auschwitz risultando l’unico sopravvissuto della sua famiglia. 

LETTA SIONISTA FOTO-2

Il blitz di origine ignota non è passato inosservato. “Nessuna intimidazione riuscirà a fermare il tuo impegno. Caro Emanuele Fiano siamo con te e con la tua determinazione ad andare avanti”. Così la capogruppo Debora Serracchiani con le deputate e i deputati del Gruppo Pd si era espressa subito dopo la pubblicazione delle foto su Twitter da parte di Laura Boldrini e dello stesso Fiano. 

“L’ufficio decoro del Comune di Roma ha cancellato le vergognose scritte e le svastiche apparse sui muri della Sapienza contro Emanuele Fiano, Enrico Letta, Laura Boldrini e Carlo Calenda – ha fatto sapere sempre su Twitter il sindaco di Roma Roberto Gualtieri – . Roma è e sarà sempre contro ogni forma di razzismo, antisemitismo e fanatismo”. 

Fonte : Roma Today