Serpentara, numeri di telefono sulle auto per evitare le multe

Numeri di telefono esposti sui cruscotti per evitare la multa o la rimozione dell’automobile. Il quartiere di Serpentara ospiterà, nel mese di settembre, le riprese di un film ambientato negli anni ’80 per il quale, ovviamente, sarà necessario ricreare le ambientazioni tipiche di quegli anni. Per film di questo tipo le automobili sono tra i più importanti segni di riconoscimento dell’epoca storica durante la quale si svolgono i fatti raccontati. Per questo, i cittadini di Serpentara dovranno fare molta attenzione a dove parcheggeranno.

Lungo diverse vie, in particolare via Ezio Pinza, via Gennaro Pasquariello, via Antonio Colombini, via Gaspare Pacchiarotti, via Nicola Maldacea, via Badiali, largo Cloe Elmo, via Camillo Pilotto e via Cesarino Dondini, saranno istituiti divieti di sosta e di fermata fino alla fine di settembre. Un vero e proprio problema per i residenti della zona che, praticamente, non sanno dove poter lasciare la loro automobile.

Telefoni sul cruscotto per evitare la rimozione

Mirko Carbonelli, del Comitato di Quartiere Serpentara, si è fatto “carico” del problema, cercando di trovare una soluzione per ridurre al minimo i disagi. Alla fine, si è pensato che i proprietari delle auto parcheggiate potranno esporre sul cruscotto il loro numero di telefono, per essere avvisati nel caso in cui servisse spostare la vettura. “Mi sono confrontato con l’assessore del III Municipio, Matteo Pietrosante, e con il consigliere Fabrizio Bevilacqua i quali, parlando con la produzione cinematografica, hanno riferito questa soluzione per evitare disagi epocali – ha spiegato Mirko Carbonelli – è vero che ce possibilità di rimozione forzata h24, ma se tutti noi proprietari delle auto parcheggiate fornissimo il nostro numero telefonico, esponendolo sul cruscotto, la produzione, in caso di necessità, ci contatterebbe per far spostare il veicolo ed evitare di farlo rimuovere dalle autorità competenti”.

Una soluzione confermata a RomaToday anche dall’assessore Pietrosante: “E’ ovvio che per le riprese di un film d’epoca le auto parcheggiate debbano essere coerenti. In particolare, il problema c’è per due scene. Una riguarda sette vie ed un’altra, invece, si svolge all’esterno di un palazzo. La produzione ha chiesto i permessi fino a fine settembre, mettendo quindi in conto eventuali problemi legati al covid o alle condizioni metereologiche. La produzione – continua Pietrosante – vuole fare in modo di occupare le strade meno giorni possibile. Sta anche collaborando con la polizia locale che ringrazio, perché sta gestendo al meglio la situazione. Per questo abbiamo chiesto alla cittadinanza di essere reperibile, esponendo il numero di telefono sul cruscotto, per spostare la macchina in caso di necessità. Le giornate più importanti per le riprese sono quelle del 2, 3, 14, 15 e 16 settembre”.

Fonte : Roma Today