Calciomercato Roma: le trattative dell’ultimo giorno di mercato

Dall’alto della classifica di Serie A (aspettando Atalanta e Torino) la Roma si prepara a chiudere la sua sessione di calciomercato. In queste ultime ore Tiago Pinto è a lavoro per regalare a Mourinho un difensore e per chiudere alcune cessioni fra cui quella di Kluivert dopo che è saltato il suo trasferimento al Fulham. 

Obiettivi

“Mi servirebbe un difensore” ha detto Mourinho dopo il tre a zero rifilato al Monza (doppietta di Dybala). Un nuovo centrale era una richiesta dello Special One prima ed è una necessità adesso dopo l’infortunio di Kumbulla che tornerà ad ottobre dopo la sosta. Il nome che circola a Trigoria è quello dello svincolato Zagadou (23 anni) ex Borussia Dortmund. Sul francese ci sono però dubbi sulle sue condizioni fisiche e su di lui c’è anche l’Inter. Altro nome che si segue è quello di Tanganga (23 anni) del Tottenham allenato già da Mou ai tempi dell’esperienza agli Spurs del tecnico portoghese. Per lui la Roma si muoverebbe soltanto con la formula del prestito e su di lui c’è anche il Milan. Nonostante la necessità del difensore sono alte le probabilità che la Roma resti così, almeno per quanto riguarda le entrate.

Dopo il Belotti, la Roma ha ufficializzato Mady Camara (’97). Il centrocampista guineano è arrivato a Trigoria per sostituire Wijnaldum infortunato e che tornerà a disposizione nel 2023. Mady arriva in prestito dall’Olympiakos in prestito oneroso (1,2 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a circa 12 milioni. In giallorosso il centrocampista percepirà 1,2 milioni di euro di ingaggio.

Solbakken (’98) del Bodo/Glimt può essere il colpo low cost in attacco. O oggi oppure a parametro zero nella prossima finestra di mercato invernale. Il norvegese in scadenza col Bodo può arrivare in caso di partenza di Shomurodov. 

Cessioni

Tante cessioni in casa Roma nelle ultime ore. Riccardi (2001) passa al Latina mentre Diawara (’97) saluta Trigoria passando all’Anderlecht, con le casse giallorosse che risparmiano così i 2,5 milioni di euro di stipendio percepito dall’ex Napoli. Fuori rosa da tempo, la Roma dalla cessione di Diawara incassa 3 milioni di euro (bonus compresi) più il 50% di una futura rivendita. Ceduto anche Calafiori (2002) al Basilea. La Roma ha ceduto il terzino per 1 milione di euro, più 500mila euro di bonus più il 40% sulla futura rivendita. Bouah (21 anni) va alla Reggina.

Il caso spinoso in casa Roma resta legato a Kluivert (’99) scartato da Mou nella preseason. Era tutto fatto per il passaggio dell’olandese al Fulham per circa 9 milioni di euro (prestito con obbligo di riscatto). Il motivo è legato ai parametri per ottenere il permesso di lavoro in Inghilterra. Questi sono legati alle presenze in nazionale e club. Essendo l’Olanda al 10mo posto del ranking, Kluivert avrebbe dovuto giocare il 30% di partite con gli Oranje negli ultimi due anni oppure avere continuità nelle coppe con i club (ultima presenza nel 2021 col Lipsia). Questi parametri potevano essere superati se soddisfatti quelli individuali e legati al club di provenienza, ovvero la Roma. In questo caso superati solo in parte vista la vittoria della Conference League della Roma, ma il giocatore è finito fuori rosa in questa sessione di mercato per evitare problemi sulla futura cessione. Il futuro di Kluivert ora è un mistero: nelle ultime l’Espanyol sta sondando il terreno: gli spagnoli però chiedono il calciatore in prestito con diritto di riscatto. Alto il rischio che il figlio d’arte resti a Trigoria fuori rosa.

Shomurodov (’95) alla fine può rimanere. Mou che aveva scaricato l’uzbeko, dopo l’infortunio di El Shaarawy (ritorna dopo la sosta ad ottobre) sta frenando la sua cessione. Sull’attaccante c’è sempre il Bologna ma anche diversi altri club italiani. Nelle ultime ore ci sono stati dei tentativi di Lecce e Monza.  

Fonte : Roma Today