Calciomercato Lazio: le trattative dell’ultimo giorno di mercato

Ultime ore di calciomercato e poi la Lazio potrà concentrasi esclusivamente sul calcio giocato. I biancocelesti dopo aver subito il pareggio beffa a Marassi contro la Sampdoria, nell’ultimo giorno di mercato proveranno a piazzare gli ultimi esuberi, Acerbi su tutti e proveranno a sondare il terreno per il terzino sinistro per concludere la campagna acquisti di oltre 40 milioni del presidente Lotito.

Obiettivi

Il terzino sinistro è una richiesta di Maurizio Sarri. “Ci manca un difensore esterno di piede sinistro ma il presidente lo sa da tempo” ha dichiarato il tecnico nel post Sampdoria-Lazio, ed è proprio in quel reparto che la dirigenza biancoceleste proverà a piazzare l’ultimo colpo. Sfumati Emerson Pamieri e Reguilon, l’unico nome rimasto in lizza è quello di Emanuele Valeri (’98) romano e tifoso laziale in forza alla Cremonese. Valeri ha ben impressionato in queste sue prime partite in Serie A e sarebbe felice di arrivare a Formello. Il prezzo del suo cartellino non è alto visto che ha il contratto in scadenza il prossimo giugno e l’ingaggio non sarebbe un problema. L’ostacolo è legato alle tempistiche: a poche ore dalla fine del mercato difficilmente la Cremonese si priverà di un giocatore così importante. Oggi ci saranno altri sondaggi ma è più probabile che la situazione legata al terzino sinistro si rinvii nel mercato invernale con la conferma di Marusic titolare. 

Altro nome richiesto da Sarri era Ilic (2002) per il centrocampo. Il calciatore serbo dell’Hellas Verona è stato bloccato da Lotito per circa 15 milioni di euro (fra prestito e riscatto) ma resterà a Verona. Il suo arrivo alla Lazio si sarebbe realizzato in caso di cessione di uno fra Milinkovic-Savic e Luis Alberto ma entrambi i gioielli del centrocampo di Sarri resteranno in biancoceleste. 

Cessioni

Il nodo più spinoso per le cessioni riguarda Francesco Acerbi (’88). Il centrale fuori rosa aveva e in rotta con tutto l’ambiente ha trovato l’accordo con l’Inter così come la Lazio per la sua cessione sulla base del prestito oneroso con diritto di riscatto (circa 4 milioni complessivi) col difensore pronto a rinunciare allo stipendio di luglio e agosto. La trattativa sembrava conclusa con la Lazio pronta a risparmiare i 2,5 milioni di euro di ingaggio del difensore legato ai biancocelesti fino al 2025, ma il presidente nerazzurro Zhang ha bloccato tutto perchè non convinto dell’operazione. Inzaghi sta spingendo, con il supporto della dirigenza dell’Inter, per sbloccare la trattativa e accogliere a Milano il suo ex difensore. Ore decisive. 

In uscita anche Akpa Akpro (’92) molto vicino al Lecce con la formula del prestito e con la Lazio pronta a pagare parte dell’ingaggio del centrocampista. Per il calciatore si è fatto avanti pure il Monza, ma i salentini sono avanti. Fatta per il trasferimento al Leuven in Belgio per Kiyine (’97). Il calciatore si trasferirà in Pro League a titolo definitivo

Fonte : Roma Today