Tir in viaggio con il cronotachigrafo manomesso: al conducente 1700 euro di multa

Anomalie nella registrazione dei tempi di guida e della velocità del mezzo. Da qui è scattato il controllo più approfondito da parte degli agenti nei confronti di un autocarro, nella giornata di martedì 30 agosto, nella stazione di servizio di Frascati ovest, rinvenendo una vera e propria manomissione nel funzionamento del cronotachigrafo digitale.

Le anomalie riscontrate erano dovute alla presenza di un magnete scoperto dai poliziotti sul differenziale del cambio, che aveva la funzione di alterare la trasmissione dei dati del veicolo al cronotachigrafo.

Questo “stratagemma” viene utilizzato proprio per non far memorizzare le eventuali violazioni del conducente, come un eventuale eccesso di velocità o il mancato rispetto dei tempi di guida.

Il  conducente dell’autocarro è stato quindi sanzionato con oltre 1700 euro di multa, con il conseguente ritiro della  patente di guida con la sospensione da 15 giorni a 3 mesi, nonché con la decurtazione di 10 punti.

Sempre nell’ambito dei controlli che la polizia di Stato effettua nel trasporto merci e passeggeri, che proseguiranno anche per il mese di settembre, gli agenti hanno controllato e sanzionato altri conducenti professionali, per il mancato rispetto dei limiti di velocità o la revisione periodica scaduta.

Fonte : Roma Today