Richard Gere compie 73 anni: ‘Pretty Woman e Ufficiale e Gentiluomo non m’interessavano’

Di ruoli memorabili, Richard Gere ne ha interpretati a bizzeffe: crediamo di non cadere in errore, però, nell’indicare le sue performance in Pretty Woman e Ufficiale e Gentiluomo come le più iconiche e conosciute della sua intera carriera. E se vi dicessimo che al buon Richard nessuno dei due film aveva ispirato troppo interesse?

Già, perché nel giorno del 73esimo compleanno dell’attore (Richard Gere nasce infatti a Filadelfia il 31 agosto del 1949) ci sono infatti tornate in mente alcune sue dichiarazioni riguardanti proprio quelli che sono con ogni probabilità i suoi due film più amati.

Pretty Woman è qualcosa che non avrei mai pensato di fare, e lo stesso vale per Ufficiale e Gentiluomo. Gli script non erano di mio interesse. A bussare alla mia porta fu la stessa persona per entrambi i film, per Disney e per Paramount, ovvero Jeffrey Katzenberg, che fu il mio primo amico in questo mondo e lo è ancora oggi. […] All’epoca di Pretty Woman avevo rovinato la mia carriera al punto che nessuno più diceva: ‘Beh, prendiamo Gere per fare questo film’” furono le parole di Gere al riguardo.

Ci pensate? Un Richard Gere all’apice del successo magari avrebbe detto di no ad entrambi i film: decisamente un gran peccato! Tornando al film con Julia Roberts, intanto, ecco in che modo l’attrice fu decisiva per convincere Richard Gere a partecipare.

Fonte : Everyeye