Covid, le linee guida per il rientro a scuola

Sono state diffuse le date di inizio anno scolastico che, come si sa, sono diverse per ogni singola regione italiana. Assieme a queste, sono state segnalate dall’Istituto superiore di sanità e i ministeri della Salute e dell’Istruzione, le indicazioni strategiche ai fini di mitigazione delle infezioni da Sars-CoV-2 in ambito scolastico. Vediamo in cosa consistono queste linee guida.

Linee guida: la prima fase

Tali linee guida hanno un doppio livello, consistente in misure leggere per l’inizio da settembre e misure più restrittive qualora dovessero aumentare i rischi di contagio. Nella prima fase l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 è previsto solo per i docenti e per il personale Ata. Per quanto riguarda gli studenti, dovranno indossarla obbligatoriamente solo se a rischio (ossia, se venuti a contatto con un positivo).

È inoltre prevista la sanificazione ordinaria (periodica) e straordinaria in presenza di uno o più casi di Sars-CoV-2 confermati. Infine, è prevista la corretta igienizzazione delle mani, ricambi d’aria frequenti, etichetta respiratoria e gestione dei casi confermati.

La seconda fase: misure restrittive

La seconda fase invece prevede, in presenza di un aumento rilevante di contagi, misure molto più restrittive: sarà assicurato un distanziamento di almeno un metro; verranno garantite numerose precauzioni nei momenti a rischio di aggregazione e verrà aumentata la sanificazione periodica delle sale, delle palestre e dei locali comuni. In questi casi, sia il personale scolastico che gli alunni saranno tenuti a indossare le mascherine chirurgiche o FFP2.

Un po’ più spinosa la questione “intervallo”: nella seconda fase, sarà possibile solamente al banco e non negli spazi scolastici in comune con gli altri alunni. Si spera ovviamente che non si arrivi a questo punto.

Fonte : Today