La giunta golpista del Myanmar parteciperà a una fiera sulle armi in Thailandia

Le altre notizie del giorno: la morte di Mikhail Gorbaciov, il premier giapponese Fumio Kishida ha dichiarato che il suo partito eliminerà i legami con la Chiesa dell’Unificazione, Taiwan ha sparato colpi di avvertimento contro tre droni, in Afghanistan aumentato il numero di venditrici ambulanti, Israele ha condannato a 12 anni di carcere un operatore umanitario accusato di aver inviato soldi a Hamas.

MYANMAR

La giunta golpista del Myanmar è stata invitata a una fiera delle armi che si terrà a Bangkok, in Thailandia. L’evento, intitolato Tri-Service Asian Defence & Security Exhibition, Conference and Networking, è una “piattaforma unica per l’approvvigionamento asiatico della difesa”, si legge sul sito. Tra gli altri invitati sono inclusi Paesi che hanno posto un embargo sulle armi al Myanmar.

TAIWAN

Taiwan ha sparato colpi di avvertimento contro tre droni non identificati che volavano vicino alle sue coste. Non è chiaro chi stesse pilotando i droni, ma tutti e tre sono stati visti fare ritorno verso la Cina continentale, ha affermato il ministero della Difesa di Taiwan. Non c’è stata una risposta immediata dalla Cina.

GIAPPONE

Continuano le accuse contro il governo giapponese per i legami con la Chiesa dell’Unificazione. Il primo ministro Fumio Kishida oggi ha detto che il Partito liberaldemocratico reciderà tutti i legami e diffonderà i risultati di un’indagine sui rapporti dei membri del partito con questa confessione religiosa. La maggioranza della popolazione osteggia l’idea di tenere funerali di Stato per l’ex premier ucciso Shinzo Abe.

AFGHANISTAN

È aumentato il numero di venditrici ambulanti in Afghanistan a causa della crisi economica e della povertà delle famiglie. “Chiediamo all’Emirato islamico di aiutarci a smettere di lavorare per strada”, ha detto una donna a Tolo News. Il ministero del Lavoro e degli affari sociali ha affermato che il governo talebano sta cercando di fornire a queste donne opportunità lavorative in accordo con la shari’a.

RUSSIA

È morto a 91 anni l’ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov, “uno statista unico nel suo genere”, ha scritto il segretario generale delle Nazioni unite Antonio Guterres su Twitter. “Il mondo ha perso un leader globale imponente, un multilateralista impegnato e un instancabile sostenitore della pace”. Gorbaciov aveva creato in Russia, tramite le riforme glasnost e la perestrojka, le condizioni per la fine della Guerra fredda.

TURKMENISTAN

Le autorità di Ashgabat hanno proibito la raccolta in strada delle bottiglie di plastica, rivendute per piccole somme come forma di sussidio per la massa di disoccupati, che spesso si incontrano nei parchi e presso le fermate degli autobus, vendendo un chilo di plastica per 2 manat. Il consiglio comunale ha dichiarato che questa pratica “è una vergogna per lo Stato del Turkmenistan”.

ISRAELE – PALESTINA

Il tribunale israeliano di Beersheba ha condannato un operatore umanitario di un’importante agenzia umanitaria cristiana con sede negli Stati Uniti a 12 anni di carcere con l’accusa di aver inviato denaro al movimento palestinese di Hamas, che governa la Striscia di Gaza. Mohammad al-Halabi, capo delle operazioni di World Vision sconterà quindi altri sei anni oltre ai sei già passati in prigione.

Fonte : Asia