Bajocco festival 2022 arti performative ad Albano Laziale

Dopo il fermo per la pandemia nel 2020 e l’edizione in forma ridotta del 2021 per le restrizioni causa Covid-19, il Bajocco Festival Internazionale di Arti Performative torna quest’anno nella sua location abituale, il Centro Storico della Città di Albano Laziale (Rm). Uno scenario storico che per tre giorni, dal 9 all’11 Settembre 2022, si animerà d’arte tra musica, giocoleria, fuochi, funamboli, acrobati, teatranti urbani, nelle straordinarie esibizioni di tantissimi artisti di strada italiani e internazionali. Il Festival sarà ufficialmente inaugurato dal Sindaco di Albano, Massimiliano Borelli con il taglio del nastro Venerdì 09 Settembre alle ore 17:00.

Ideato e realizzato nel 2011 dall’Associazione XV Miglio ETS in collaborazione con il Comune di Albano Laziale e il circuito United for Busking, il Bajocco Festival vedrà la partecipazione di 7 Nazioni (Argentina, Finlandia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Messico, Spagna) per un cartellone artistico di 149 spettacoli circensi e musicali a turnazione in 13 postazioni, ed un aumento delle ore delle esibizioni che quest’anno inizieranno alle ore 18:00, ben due ore prima rispetto agli anni scorsi.

“Quest’anno abbiamo cercato di differenziare quanto più possibile le tematiche trattate nelle produzioni artistiche dell’area circense, puntando sulla tecnica – sottolinea il Presidente dell’Associazione XV Miglio ETS, Gianluca Pelle -. Gli artisti accreditati hanno formazioni di lunga data alle spalle, alcuni di loro si sono esibiti nell’edizione ridotta dello scorso anno, portando in scena gli spettacoli per un pubblico ristretto, obbligati da normative legate al contenimento pandemico. Le loro esibizioni meritavano il grande pubblico di Bajocco Festival, per questo abbiamo riconfermato la loro presenza nell’edizione 2022”. “L’area musicale quest’anno è particolarmente numerosa – aggiunge Pelle -, composta prevalentemente da gruppi di musicisti il cui percorso formativo vanta esibizioni in prestigiose rassegne e palchi internazionali”.

Una manifestazione artistica e culturale, dunque, che si conferma come la più attesa nel territorio con numeri sorprendenti: l’ultima edizione del 2019 pre-pandemia, infatti, ha registrato 150mila presenze in tre giorni, un numero a tutt’oggi ineguagliato da altri festival dello stesso genere. Consensi che collocano Bajocco tra i principali festival di artisti di strada in Italia, tanto da aver ottenuto dal Ministero della Cultura il premio “Meraviglia Italiana” come manifestazione portatrice di cultura. “A Bajocco Festival, non abbiamo palchi, non sono nel nostro DNA – spiega Pelle -, da noi la strada diventa palco, come il pubblico diventa parte dello spettacolo e la storia incastonata nelle pietre della Città è la nostra prima spettatrice”.

“L’ evento, grazie al lavoro tenace dell’Associazione XV Miglio, da anni attira curiosi e amanti dell’arte e del divertimento da ogni parte della nostra Regione – sottolinea il Sindaco di Albano Laziale, Massimiliano Borelli -. È ormai diventata non solo la festa della nostra Città, ma la festa di un territorio che, mai come questo anno, ha bisogno di farsi riscoprire e vivere. Sono certo che questa edizione avrà ancora più successo e porterà gioia, serenità e allegria per grandi e piccini”.

A sostenere l’organizzazione della manifestazione la collaborazione con la Fondazione Marta Czok, così come agli spettacoli in cartellone si affiancano proposte culturali “Oltre Festival”. E poi il concorso fotografico “Bajocco Click” riaprirà la sfida per appassionati e professionisti a catturare i momenti più belli del Festival; il concorso “Dolce Bajocco” alla riscoperta dei dolci della tradizione locale; le aree ristoro, il mercatino dell’artigianato e lo spazio bimbi.

“A nome dell’Associazione XV Miglio – saluta il suo Presidente – do il benvenuto a tutti i visitatori che torneranno a trovarci e bentrovati ai cittadini che si apprestano a raggiungerci. Vi aspettiamo!”

(Foto di ©Fabio Schiavone)

Fonte : Roma Today