The Flash: Ezra Miller e il colloquio con la Warner che fa sperare i fan

Dopo la cancellazione di Batgirl, il destino cinematografico della DC è dinanzi ad un nuovo bivio. Questa volta i dubbi ricadono sul film The Flash e sul suo problematico attore protagonista Ezra Miller.

Miller sta da tempo facendo parlare di sé per i numerosi problemi con la giustizia in giro per il mondo e tutto ciò non ha di certo fatto piacere ai vertici della Warner, costretti a dover decidere del destino di The Flash, pellicola prevista per il 2023.

Dopo aver apertamente chiesto scusa per i reati commessi e aver ammesso pubblicamente di avere gravi problemi di salute mentale, l’attore ha da poco concluso un lungo incontro con Michael De Luca e Pamela Abdy, responsabili del Warner Bros. Pictures Group che attualmente supervisionano tutti i progetti DC dello studio. Dalle prime dichiarazioni, condivise da Entertainment Weekly, pare che l’incontro sia stato positivo e che l’idea di cancellare The Flash, diretto da Andy Muschietti e sceneggiato da Christina Hodson, sia sempre più remota.

Con la speranza che il percorso di cura e riabilitazione intrapreso da Miller si concluda nel migliore dei modi, resta ancora da capire se basterà una pubblica ammissione di colpa con annesse scuse a risollevare le sorti di un progetto pericolosamente in bilico.

Fonte : Everyeye