Come saranno i draghi in House of the Dragon

Altri draghi sono giovani e immaturi, stanno ancora imparando a conoscere il mondo. Sono più curiosi, come i velociraptor di Jurassic Park. Il drago di Daemon è molto irascibile e nervoso e non smette mai di muoversi, un po’ come il suo cavaliere.

Nei draghi che vediamo di più abbiamo cercato di infondere delle personalità che si adattassero ai cavalieri o che fossero in contrasto con loro. Alla fine, speriamo che siano riconoscibili come i personaggi umani della serie. Saremo in grado di identificarli da lontano in base al colore o al profilo. Quando nella stessa scena c’è un gruppo di draghi, l’obiettivo è essere in grado di dire rapidamente: “Quello è Caraxes, quello è Vhagar e quello è Seasmoke“.

Nell’anteprima della stagione si vede un luogo che assomiglia a una fossa di combattimento per i draghi, e c’è la sensazione che li vedremo fare altre cose oltre all’essere un semplice mezzo di trasporto e un modo per accendere pire. 

Condal: Hai sollevato un punto interessante, perché nel nostro mondo i draghi sono un dato di fatto. C’è tutta un’infrastruttura costruita intorno a loro. Sono ancora rari, ce ne sono pochi. Ma chi vive ad Approdo del Re, vicino alla fossa dei draghi, li vede continuamente draghi entrare e uscire dalla fossa.

Dal momento che ci sono dei draghi, c’è bisogno di guardiani che si prendano cura di loro, che li nutrano e li addestrino. Servono anche sellerie, in modo che tutti possano cavalcarli, e serve una fossa dei draghi per ospitarli. Questa enorme struttura è stata costruita perché i draghi vengono tenuti in grande considerazione, e sono visti sia dai Targaryen che dagli abitanti di Approdo del Re come divinità in Terra. C’è un culto intorno a loro, sono venerati e temuti, ma in più sono reali.

Diventeranno una cosa di cui preoccuparsi. Nella serie originale invece, quando Daenerys ha fatto nascere i suoi, i draghi non esistevano più da centinaia di anni, quindi tutte le persone che li hanno visti hanno dovuto venerarli come una specie che improvvisamente era tornata in vita. Qui non è così. Nel nostro show, i draghi sono più che altro una parte interessante ma anche normale nella vita quotidiana ad Approdo del Re.

Qualcuno dovrà pulire la fossa dei draghi.

Condal: [La squadra che si occupa degli oggetti di scena, nda] ha realizzato la cacca di drago.

Sapochnik: E ne hanno fatta un bel po’.

Questo articolo è comparso originariamente su Wired UK.

Fonte : Wired