In India la spesa si fa direttamente su WhatsApp: ecco come

WhatsApp, celebre applicazione di messaggistica istantanea da 2 miliardi di utenti, sta introducendo una novità definita “rivoluzionaria”, ovvero quella che permette di fare la spesa direttamente dal software controllato da Meta con una carta di credito collegata. Lo ha annunciato la stessa società proprietaria anche di Facebook e Instagram, svelando i dettagli della partnership con l’e-commerce indiana di prodotti freschi “JioMart”. La comunicazione, diffusa sul blog ufficiale, è stata poi rilanciato poi dal Ceo dell’azienda, Mark Zuckerberg, con un post apparso sul proprio profilo Facebook. “Sono entusiasta di lanciare la nostra partnership con JioMart in India. Questa è la nostra prima esperienza di acquisto end-to-end su WhatsApp: ora le persone possono acquistare generi alimentari da JioMart direttamente in una chat”, ha spiegato.

La “rivoluzione” nel mondo aziendale

WhatsApp per Windows, adesso funziona anche senza smartphone connesso

La possibilità di fare acquisti tramite WhatsApp in India, Paese nel quale l’app conta circa 400 milioni di utenti, è ad oggi limitata al solo “JioMart”, ma secondo Meta tale esperienza “rivoluzionerà il modo in cui milioni di aziende in tutta l’India si connettono con i propri clienti, portando un’impareggiabile semplicità e convenienza all’esperienza di acquisto delle persone”. La messaggistica aziendale, ha riferito ancora Zuckerberg, “è un’area con un vero slancio ed esperienze basate sulla chat come questa saranno il modo in cui le persone e le aziende comunicheranno negli anni a venire”.

Come funziona il servizio

Il catalogo di “JioMart”, come detto, è già disponibile per gli utenti indiani. Ma come funziona, nel dettaglio, l’esperienza? Si comincia mandando un messaggio al numero WhatsApp Business dello stesso e-commerce, che risponde tramite un bot il quale, dopo aver salutato il cliente, mostra un tasto che consente di iniziare la procedura gestita attraverso una pagina in app di “JioMart”, una sezione che l’utente visualizza direttamente dentro WhatsApp e non aprendo un browser esterno sul proprio dispositivo mobile. Per ogni prodotto viene mostrato il nome, una foto, il prezzo e il tasto “+” che serve per aggiungerlo al carrello virtuale. Sempre dal carrello, poi, è possibile visualizzare la lista complessiva dei prodotti già ordinati, il loro prezzo e quindi procedere all’invio dell’ordine e al relativo pagamento. Infine, è possibile scegliere tra tre differenti modalità di pagamento: in contanti alla consegna, tramite il sito di “JioMart” o su WhatsApp. In quest’ultimo caso la transazione viene gestita da UPI (Unified Payments Interface”, ovvero un sistema di pagamento digitale sviluppato da National Payments Corporation of India, una piattaforma tecnologica gestita regolata dal governo dell’India.

Fonte : Sky Tg24