Gli adolescenti faticano a riconoscere i messaggi sulla salute falsi da quelli veri

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

Una ricerca dell’Università Comenio di Bratislava, pubblicata sulla rivista Frontiers in Psychology, ha rilevato che circa quattro ragazzi su dieci faticano a distinguere le notizie vere da quelle false quando si parla di salute. Nonostante gli adolescenti siano il gruppo più connesso al mondo – motivo che gli ha valso il “titolo” di nativi digitali -, i ricercatori hanno evidenziato come i più giovani siano un gruppo spesso trascurato, e che proprio per questo corrono maggiori rischi di incappare in notizie false sulla salute.

Cosa dice lo studio sugli adolescenti

Adolescenti, poche ore di sonno portano a sovrappeso e obesità

Al mondo circa il 71% dei giovani utilizza Internet. Un dato corposo, e importante, base della ricerca dell’Università di Bratislava: da qui gli studiosi sono partiti, prendendo come ‘test’ circa 300 studenti delle scuole secondarie d’età compresa tra i 16 e i 19 anni. Ai ragazzi sono stati presentati sette diversi tipi di messaggi riguardanti gli effetti sulla salute di alcune verdure e di alcuni frutti, ed è stato loro chiesto di valutare la loro affidabilità: i messaggi erano suddivisi tra falsi, veri, neutri e con elementi editoriali – superlativi, clickbait, errori grammaticali, appello all’autorità e carattere tipografico in grassetto.

Cosa è emerso dalla ricerca

Dai dati della ricerca è subito emersa la difficoltà degli adolescenti a leggere correttamente i messaggi. Circa il 41% di loro considerava i messaggi

Fonte : Sky Tg24