Risse, degrado e furti a Termini: aumentano i controlli. Un arresto e 10 denunce

Termini sorvegliata speciale, da sempre e in maniera costante. Ancora di più negli ultimi giorni a seguito di alcune risse e alcune situazioni verificatesi nella zona dello scalo e all’interno dello stesso. I carabinieri della compagna Roma Centro hanno eseguito un servizio straordinario di controllo. 

Il bilancio dell’attività è di una persona arrestata, 10 persone denunciate a piede libero e altre 11 sanzionate amministrativamente.

I carabinieri del nucleo Roma scalo Termini sono dovuti intervenire lungo il binario 24 della stazione ferroviaria a seguito di un’animata discussione tra un cittadino senza fissa dimora e l’addetto all’accoglienza clienti di un esercizio commerciale della Galleria Forum Termini. Nel corso dell’identificazione, l’uomo ha opposto resistenza al controllo, tentando di colpire con calci e pugni i Carabinieri, prima di essere bloccato. Uno dei militari intervenuti ha riportato lievi contusioni alle mani. L’arresto è stato convalidato.

I carabinieri hanno poi denunciato due giovani, di 19 e 16 anni, sorprese ad asportare alcuni capi di abbigliamento da un negozio all’interno della stazione e due cittadini stranieri, senza fissa dimora e con precedenti, per l’inosservanza al divieto di accesso all’area urbana della stazione ferroviaria termini.

Denunciate, inoltre, altre 6 persone per l’inosservanza del divieto di ritorno nel Comune di Roma emesso nei loro confronti dalla Questura di Roma. I carabinieri hanno poi sanzionato amministrativamente: due giovani trovati in possesso di modica quantità di sostanze stupefacenti, tra hashish e marijuana, e 9 persone per la violazione del divieto di stazionamento nei pressi della stazione Termini. A loro carico è stato emesso contestuale ordine di allontanamento per 48 ore dalla predetta area.

Fonte : Roma Today