Gestiva case d’appuntamenti a Roma, presa a Ischia: era ricercata da oltre un anno

29 Agosto 2022

Arrestata ad Ischia una cinese di 71 anni: era ricercata da oltre un anno per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

33 CONDIVISIONI

Immagine di repertorio

Le forze dell’ordine la stavano cercando da oltre un anno, da quando era stato emesso nei suoi confronti un ordine di arresto, ma lei era riuscita sempre a sfuggire ai controlli. Fino a quando non si è registrata in un hotel di Ischia, dove era in vacanza: la sua presenza ha fatto scattare l’alert nella centrale operativa e, poco dopo, i poliziotti hanno bussato alla sua camera. In manette, e sottoposta ai domiciliari, una 71enne di origini cinesi, accusata di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione: avrebbe gestito delle case di appuntamenti a Roma.

I fatti contestati risalgono al periodo tra il 2017 e il 2018. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la donna, residente a Marino, in provincia di Roma, avrebbe agito insieme ad altre 4 persone, di cui tre cinesi e una italiana. La 71enne è stata rintracciata dagli agenti del commissariato di Ischia, coordinati da Ciro Re; al momento dell’intervento in stanza con lei c’era un’altra persona, che subito si è dichiarata estranea ai reati di cui è accusata la donna.

Nel corso del weekend appena trascorso, inoltre, gli agenti di Ischia, col supporto del Reparto Prevenzione Crimine, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio sull’isola del Golfo nel quale sono state identificate 318 persone, di cui 48 con precedenti di polizia, effettuati accertamenti su 146 veicoli, di cui 5 sottoposti a sequestro amministrativo e 5 a fermo amministrativo, e contestate 27 violazioni al Codice della Strada per violazioni varie tra cui guida senza patente, senza casco omologato e mancata copertura assicurativa; una patente è stata ritirata per un sorpasso non consentito.

Leggi anche

Investe e uccide una ragazza sulla Domitiana e scappa. L’auto risulta rottamata, ma era in strada

In via De Carri, a Lacco Ameno, i poliziotti hanno infine controllato un’automobile con a bordo due persone e il passeggero, un 16enne, è stato trovato in possesso di un barattolo con 12 grammi di marijuana; la droga è stata sequestrata e il giovanissimo è stato affidato ai genitori.

33 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage