Knives Out 2, Daniel Craig confessa: “Il mio accento è un po’ arrugginito”

Dopo l’annuncio di pochi giorni fa della data di uscita di Glass Onion, il secondo capitolo del film Knives Out, Daniel Craig rivela di aver avuto problemi con l’accento del suo personaggio e di aver avuto bisogno di un coach per rimediare.

Anche i migliori sbagliano o perlomeno possono non essere sempre perfetti sul set. Questa volta l’intoppo è capitato all’ormai ex James Bond che, sul set di Glass Onion, ha fatto fatica a rientrare nei panni e nell’accento del suo Benoit Black.

Molto tempo è passato dall’ ultima volta sul set di Knives Out e per non cambiare nulla del suo personaggio è corso ai ripari, come ha confessato alla rivista Empire: “Sono andato a lavorare con un accent coach per tre o quattro mesi prima di iniziare le riprese. Avevo dimenticato l’accento e non volevo combinare guai. Volevo renderlo il più concreto e il più possibile aderente alla realtà“.

Benoit Black è l’unico dei protagonisti della prima pellicola che rivedremo anche nel secondo capitolo targato Netflix e diretto da Rian Johnson, che vanta comunque un cast di tutti rispetto: Tra gli attori al fianco di Craig ci saranno: Edward Norton, Kathryn Hahn, Janelle Monáe, Madleyn Cline, Leslie Odom Jr. e Jessica Henwick.

Con una trama ancora non del tutto chiara, ciò che è certo sarà l’assenza del film dalle sale cinematografiche. A differenza dell’originale, Glass Onion verrà distribuito come esclusiva Netflix.

Fonte : Everyeye