Nuova condanna per i fratelli Bianchi dopo l’ergastolo per l’omicidio di Willy

Dopo l’ergastolo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte arriva una nuova condanna per i fratelli Bianchi, questa volta per droga. Marco e Gabriele Bianchi sono stati condannati ad altri 4 anni e mezzo di carcere per spaccio ed estorsioni nella zona dei Castelli. Questa condanna è stata ridotta in Appello: ora i due fratelli amanti delle arti marziali attendono la sentenza definitiva della Cassazione. Nel frattempo, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, Marco e Gabriele Bianchi decidono di cambiare avvocato in vista dell’Appello per l’omicidio di Willy. A causa di alcune “diversità di vedute” con il difensore Massimiliano Pica, la difesa passa ora a Valerio Spigarelli, Ippolita Naso e Pasquale Ciampa.

La famiglia di Willy potrebbe non ricevere il risarcimento dei fratelli Bianchi

In zona erano conosciuti come i “picchiatori”

L’ordinanza di arresto per il giro di droga e pestaggi era arrivata ai fratelli Bianchi in carcere tre mesi dopo l’omicidio di Willy, il 21enne di Colleferro (provincia di Roma), avvenuto nel settembre 2020. Secondo l’inchiesta di Velletri i fratelli Bianchi avrebbero avuto un ruolo centrale all’interno di un gruppo che spacciava cocaina nell’area di Velletri, Lariano, Artena e dintorni. Per riscuotere i pagamenti, Marco e Gabriele utilizzavano minacce e pestaggi tanto da conquistare la fama di “picchiatori”. Secondo il gip i pestaggi apparivano “chiaramente indicativi di una spiccata e sistematica capacità delinquenziale”. Inoltre, “per le specifiche modalità e circostanze dei fatti, abituali e reiterati nel tempo, e per la loro gravità, si ritiene sussistente il concreto e attuale pericolo che gli indagati perseverino in altre azioni delittuose e condotte analoghe a quelle contestate”.

Omicidio Willy, i fratelli Bianchi vengono separati in carcere

Fonte : Today