Prey, il regista su Amber Midthunder: ‘Perfetta, l’ho saputo sin dal primo momento’

La scelta della protagonista è ovviamente uno dei passaggi più delicati della produzione di un film: sbagliare quello vuol dire, con ogni probabilità, sbagliare anche tutto il resto. Non è questo, fortunatamente, il caso di Prey: il prequel di Predator ha infatti potuto contare su una Amber Midthunder davvero in splendida forma!

Mentre la stessa Midthunder si dice orgogliosa della rappresentazione indigena in Prey, infatti, proprio il regista Dan Trachtenberg rivendica la scelta dell’attrice, ribadendo di esser stato colpito dal suo talento sin dal primo momento e di non aver mai avuto dubbi sulla decisione presa.

Francamente, l’ho saputo sin dal primo momento. Facemmo un primo provino tramite Zoom o FaceTime, prima della pandemia. Fu fantastica, e sapevo già che sua madre fosse una casting director, ma fa anche gli stunt! Suo padre è un attore molto fisico, quindi ho avuto questa buona sensazione tipo: ‘Ragazzi, questa dev’essere una parte dell’equazione per lei’. Dopodiché facemmo un test sulla chimica, quindi un provino più approfondito. Ne fece uno in inglese, uno in comanche ed uno non-verbale” sono state le parole del regista.

Cosa ne dite? Vi trovate d’accordo con la decisione di Trachtenberg? Pensate anche voi che Amber Midthunder sia stata la scelta giusta? Diteci la vostra nei commenti! Stephen King, intanto, ha già un crossover con Prey da proporre.

Fonte : Everyeye