Win Butler degli Arcade Fire è accusato di molestie sessuali da quattro persone

28 Agosto 2022

Il cantante degli Arcade Fire Win Butler accusato di molestie sessuali da quattro persone. Il cantante ha risposto, negando le accuse, ma comunque scusandosi.

0 CONDIVISIONI

Win Butler (Michael Loccisano/Getty Images)

Il cantante degli Arcade Fire Win Butler è stato accusato da quattro persone (tre donne e una persona che si definisce gender fluid) di molestie sessuali e cui il cantante ha risposto con una nota pubblicata da Pitchfork in cui, pur scusandosi, ha spiegato come fossero rapporti consensuali. Gli Arcade Fire sono una delle band rock più importanti di questi ultimi anni, facendosi spazio nel mondo indie, fino a diventare una band di livello internazionale e vincere a sorpresa un Grammy Award come Album dell’anno. Fodnata da Win e dalla moglie Régine Chassagne, la band è sempre stata circondata, come ricorda proprio Pitchfork, da un’aura di positività pubblica, dovuta sia ai loro riferimenti espliciti – come quello a Martin Luther King, nell’ultimo album – sia per l’impegno filantropico.

Eppure, evidentemente, l’immagine pubblica non rispecchiava quella privata. Tre donne hanno accusato Butler di molestie sessuali: le donne hanno avuto relazioni sessuali con il cantante che hanno ritenuto inappropriate a causa delle differenze di età, per le dinamiche di potere e il contesto in cui si sono verificate. Le presunte molestie sono avvenute tra il 2016 e il 2020 quando le donne avevano tra i 18 e i 23 anni e Butler tra i 36 e i 39. Una quarta persona che si è definita fluida e per questo ha voluto usare il  “singular they” ha detto che Butler l’ha molestatə due volte nel 2015, quando aveva 21 anni, una volta mentre erano insieme in un’auto e una seconda volta quando Butler si è presentato a casa sua nonostante ləi non volesse.

Il cantante ha ammesso di avere avuto rapporti sessuali con tutte e quattro le persone ma ha detto che erano consensuali e ha inviato anche una dichiarazione della moglie – che si conclude con le parole “Ha perso la strada e ha ritrovato la strada del ritorno” – a sostegno del suo punto di vista. In un secondo commento, nonostante Butler ribadisca che erano relazioni consensuali si è scusa comunque e ha parlato dei suoi problemi di alcolismo e depressione: “Sebbene queste relazioni fossero tutte consensuali, sono molto dispiaciuto per chiunque abbia ferito con il mio comportamento. Mentre guardo al futuro, continuo a imparare dai miei errori e a lavorare sodo per diventare una persona migliore, qualcuno di cui mio figlio può essere orgoglioso. […] Mi dispiace di non essere stato più consapevole e sintonizzato sull’effetto che ho sulle persone – ho fatto una cazzata e, sebbene non sia una scusa, continuerò a guardare avanti e curare ciò che può essere curato, e imparare dalle esperienze passate

Leggi anche

Gary Busey si abbassa i pantaloni in un parco pubblico dopo le accuse di molestie sessuali a tre fan

La persona che si è identificata come gender fluid e che nel report è chiamata Lily (nome fittizio) ha spiegato di aver incontrato Butler durante un concerto a Montreal nel 2015 e da lì sarebbe nata un’amicizia che però è subito sfociata in qualcos’altro visto che Lily ha accusato il cantante di aver messo le mani nei suoi pantaloni e averlə baciatə, finché dopo due giorni il cantante si sarebbe presentato nel suo appartamento, non invitato, bloccandolə contro un muro e baciandolə con la forza. Le altre tre donne, fan della band, sono state contattate da Butler tramite i social e dopo alcune conversazioni online questi incontri da virtuali si sono trasformati in reali, con Butler che chiedeva continuamente foto esplicite. Le donne, che non si conoscevano tra loro, si sono incontrate dopo aver condiviso le proprie esperienze su Reddit.

Butler ha ammesso di aver “avuto relazioni consensuali al di fuori del mio matrimonio” ma di non aver “mai toccato una donna contro la sua volontà e qualsiasi implicazione che ho è semplicemente falsa. Nego con veemenza qualsiasi suggerimento che mi sia imposto su una donna o chiesto favori sessuali. Questo semplicemente, e inequivocabilmente, non è mai successo”. Anche Chassagne ha condiviso una nota in cui ha scritto: “Win è la mia anima gemella, il mio compagno di canzoni, mio marito, il padre del mio bellissimo ragazzo. È stato il mio compagno nella vita e nella musica per 20 anni. E per tutto l’amore nelle nostre vite, l’ho anche visto soffrire per un dolore immenso… So cosa c’è nel suo cuore e so che non ha mai, e non toccherebbe mai una donna senza il suo consenso e sono certo che mai fatto. Ha perso la strada e ha ritrovato la strada del ritorno”.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage