Cancro, Bianca Balti rimuove seno e ovaie

Un paio di mesi fa Bianca Balti ha annunciato la decisione di congelare i suoi ovociti. Ad aggiungere i motivi che si celano dietro questa scelta è oggi la stessa modella, originaria di Lodi ma residente in America, che dichiara che si sottoporrà presto ad una doppia mastectomina e isterectomia, ovvero la rimozione di seno, tube e ovaie. Proprio di recente infatti la 38enne, già mamma di due figlie, ha scoperto di essere portatrice della mutazione BRCA1, ovvero quella che aumenta fino al 40% la possibilità di ammalarsi di tumore alle ovaie.

“Il motivo per cui sto procedendo al social freezing, questa volta, è perché questo autunno rimuoverò le ovaie e le tube a causa della diagnosi di BRCA1 che ho ricevuto”, ha comunicato Balti ai suoi follower, via Instagram. E ancora: “L’idea di andare in menopausa a 38 anni non è allettante. Perciò lo volevo fare assicurandomi di non aver alcun rimpianto in futuro”. E’ questa la ragione che ha portato la musa di Dolce e Gabbana, madre di Matilde e Mia, a procedere con la crioconservazione degli ovociti. Pratica, quest’ultima, che la renderà indipendentemente da un compagno qualora in futuro vorrà avere nuovi figli.

Di seguito il racconto di Bianca:  

“La mattina di sabato 13 Agosto ho iniziato un nuovo ciclo di stimolazione ovarica, il secondo nell’ultimo anno e mezzo. Il primo l’avevo concluso a marzo 2021 con il recupero ed il conseguente congelamento di 5 ovociti sani, per soddisfare la mia necessità di indipendenza riproduttiva al termine di una relazione romantica. Questo ciclo, invece, l’ho iniziato a causa della diagnosi di una mutazione genetica chiamata BRCA1, che porta il mio rischio di contrarre un tumore ovarico dall’1-2% per la popolazione femminile generale, fino al 40%. La rimozione preventiva di ovaie e tube a cui mi sottoporrò questo autunno impedirà lo sviluppo di un tumore ovarico, ma con esso anche la possibilità di rimanere incinta in modo spontaneo. Motivo per cui oggi, mercoledì 24 Agosto, alle ore 7.00 del mattino, dopo 9 giorni di stimolazione ovarica, mi sottoporrò al rilevamento chirurgico degli ovociti”.

Quindi l’invito alle follower ad avere sempre maggior consapevolezza del proprio corpo, dei propri rischi, dei propri mezzi di prevenzione. “Avere la mutazione BRCA1 significa che la possibilità di ammalarsi per me è molto alta, non che sia già malat* – ha concluso – Sottopormi ad un intervento importante come la doppia mastectomia e la ovariectomia (o la isterectomia) quando i seni e le ovaie sono sani è una scelta complicata e personale. Non può e non deve essere ridotta ad un giudizio. Ammiro il coraggio delle donne che lo hanno fatto prima di me e grazie alle testimonianze di chi mi ha scritto nell’ultima settimana ho trovato anche io la forza che non pensavo di avere. Grazie”. 

Fonte : Today