Howard e il Destino del Mondo, in che modo il film portò alla nascita della Pixar?

Dissacrante, ironico, sopra le righe: Howard e il Destino del Mondo fu un film unico nel suo genere all’epoca della sua uscita, al punto che ancora oggi, a poco meno di 40 anni dal suo esordio, milioni di fan sparsi in tutto il mondo sperano nell’arrivo di un sequel. Non tutti, però, conoscono alcuni retroscena del flop del film di Willard Huyck.

Già, perché Howard e il Destino del Mondo non fece certo sfracelli al box-office: tutt’altro, il film si rivelò un clamoroso fallimento commerciale, al punto da mettere in seria difficoltà il produttore George Lucas che sperava proprio nel successo di Howard per rientrare dei 50 milioni spesi per la costruzione dello Skywalker Ranch.

Inutile dire che il papà di Star Wars si trovò messo alle strette: sull’orlo della bancarotta, Lucas si vide costretto a mettere in vendita alcune delle sue proprietà per riuscire a restare a galla. È qui che entra in gioco Steve Jobs: legato a Lucas da una forte amicizia, il CEO di Apple rilevò la divisione per l’animazione in CGI di Lucasfilm a un prezzo decisamente fuori mercato, in modo da permettere al buon George di risollevarsi.

I più preparati di voi avranno già intuito il finale della storia: proprio così, la suddetta divisione di Lucasfilm acquistata da Steve Jobs divenne nel giro di poco tempo la Pixar Animation Studios… E da lì, insomma, il seguito lo conosciamo tutti! Tutto sommato tocca ringraziare il flop di Howard, non trovate? Qui, comunque, vi lasciamo la nostra recensione di Howard e il Destino del Mondo.

Fonte : Everyeye