Leoluca Granata, il volto di Uomini e Donne arrestato per stupro, la famiglia: “Lei consenziente”

26 Agosto 2022

Vecchio volto di Uomini e Donne che è stato condannato per aver violentato una coetanea insieme ad altri due amici. La famiglia tuona: “Lei era consenziente”.

0 CONDIVISIONI

Leoluca Granata, originario di Maranello in provincia di Modena, si trova in carcere a Lugano dallo scorso ottobre, condannato a cinque anni di reclusione. È un modello e vecchio volto di Uomini e Donne che è stato condannato per aver violentato una coetanea insieme ad altri due amici. La famiglia però protesta e pretende verità: “La ragazza era consenziente”. 

La sentenza del tribunale

I fatti sono avvenuti a Lugano ed è per questo che il modenese, con una rapida incursione nel mondo di Uomini e Donne alle spalle, si trova dietro le sbarre in Svizzera. Da recluso, parla di rapporti consenzienti. Anche la famiglia ne parla al Resto del Carlino. La ragazza dice altro, dice di essere stata violentata più volte da lui e da suoi due amici, incapace di reagire perché sotto choc, in una condizione di freezing, come poi è stato accertato. Leoluca Granata aveva trascorso la serata del 25 settembre con gli amici a Lugano in discoteca, quando si erano imbattuti in una ventenne che all’alba era rimasta a piedi. Dopo essersi offerti di darle un passaggio, in auto ci sarebbero state delle effusioni tra Granata e la giovane che avrebbe poi accettato l’invito a salire a casa dei ragazzi. Ci sono anche video, ripresi proprio da Leoluca Granata, che sono stati analizzati dagli inquirenti. Per il tribunale non ci sono stati dubbi: erano abusi. 

La protesta della famiglia

La famiglia del modello nega la violenza e vuole la verità: “Non è stato stupro ma era un rapporto consenziente, la versione della ragazza non regge, sono diverse le contraddizioni emerse nel corso delle indagini”. Sono le parole dei genitori di Leoluca, Rosa Battista e Maurizio Granata, che non può uscire dato che la richiesta della scarcerazione su cauzione è stata respinta. Per loro, si tratta di ingiustizia.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage