Diritti umani, Bachelet non pubblicherà il rapporto sugli uiguri prima di fine mandato

Le notizie del giorno: arrestata in Myanmar l’ex ambasciatrice del Regno Unito, sposata con un attivista birmano. In Thailandia Prayut resta ministro della Difesa anche dopo la sospensione dalla guida del governo. In Afghanistan 180 morti per le alluvioni di questo mese. L’Armenia ha ceduto al controllo dell’Azerbaigian altri tre centri abitati nel Nagorno Karabakh.

CINA

L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Michelle Bachelet ha dichiarato che il rapporto sulle violazioni nella regione occidentale cinese dello Xinjiang, atteso da tempo, potrebbe non essere pubblicato prima della fine del suo incarico il 31 agosto. La notizia ha suscitando la costernazione dei gruppi di difesa degli uiguri. Rispondendo ai giornalisti Bachelet – che ha visitato lo Xinjiang a maggio subendo forti pressioni intorno al rapporto – ha dichiarato che i contributi presentati dal governo cinese dovevano ancora essere esaminati in maniera adeguata.

MYANMAR – GRAN BRETAGNA

Le autorità militari del Myanmar hanno arrestato l’ex ambasciatrice del Regno Unito in Myanmar, Vicky Bowman, e suo marito Htein Lin, un artista birmano ex prigioniero politico. La donna – che è stata ambasciatrice dal 2002 al 2006 e dirige il Myanmar Centre for Responsible Business, con sede a Yangon – è stata accusata di aver violato le norme sui visti e il marito di averla aiutata, accuse che potrebbero comportare fino a cinque anni di carcere.

THAILANDIA

L’ex generale Prayuth Chan-ocha ha dichiarato che continuerà a svolgere il ruolo di ministro della Difesa, nonostante la Corte costituzionale di Bangkok lo abbia sospesa dall’esercizio della carica di premier. “Continuerò a fare il mio dovere e la mia responsabilità di ministro della Difesa per il popolo e per la Thailandia ogni giorno”, ha scritto Prayuth sul suo account Twitter. Mentre la Corte sta esaminando il ricorso sulla scadenza del suo mandato, il vice primo ministro Prawit Wongsuwan è in carica come primo ministro ad interim.

AFGHANISTAN

Il ministero per la Gestione dei disastri del governo dei talebani ha dichiarato che più di 180 persone sono morte in Afghanistan per le alluvioni dell’ultimo mese. Le inondazioni hanno inflitto gravi danni alle comunità in un Paese già economicamente in ginocchio. In base ai dati del ministero, più di 3.000 case sono state distrutte e migliaia di ettari di terreno sono stati danneggiati.

INDIA

Solo dopo due settimane il governo indiano ha preso ufficialmente posizione per condannare l’assalto a Salman Rushdie, scrittore nativo di Mumbai ma da anni residente all’estero, vittima di un assalto negli Stati Uniti il 12 agosto per la fatwa lanciata contro di lui per il libro “Versetti satanici”. “L’India si è sempre schierata contro la violenza e l’estremismo. Gli auguriamo una pronta guarigione”, ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri.

RUSSIA

Putin ha firmato un decreto di aumento della composizione dell’esercito di 137 mila soldati, fino ad arrivare entro il 1 gennaio 2023 a 1,15 milioni di persone mobilitate. Attualmente sono schierati in Ucraina 150-180 mila soldati, a fronte di 250 mila ucraini. Nel frattempo il presidente ceceno Ramzan Kadyrov ha disposto di privare le famiglie bisognose dei sussidi e assegni familiari, se i membri maschi validi si rifiutano di partecipare alle operazioni militari in Ucraina.

ARMENIA-AZERBAIGIAN

L’Armenia ha ceduto al controllo dell’Azerbaigian altri tre centri abitati nel Nagorno Karabakh, nel cosiddetto “corridoio di Lačinsk”: la stessa città di Lačin (in armeno Bedzor) e i villaggi di Zabukh e Sus, che l’esercito azero dovrà occupare entro la settimana. Gli abitanti di queste località sono già stati evacuati, per lo più bruciando le proprie case.

Fonte : Asia