Badante prosciuga il conto dell’anziana che sta assistendo: rubati oltre 160mila euro

19 Agosto 2022

La badante era riuscita a farsi cointestare un conto corrente in banca e a farsi firmare una procura per amministrare il patrimonio dell’anziana. Con i soldi, l’acquisto di due case: un appartamento in paese e uno chalet in montagna.

0 CONDIVISIONI

Due case, finanziamenti, automobili e decine di migliaia di euro in denaro contante. Supera i 160mila euro il bottino che una badante romena, con la complicità della figlia, ha portato via all’anziana che stava assistendo, vedova e senza figli: a prosciugare il conto corrente i continui bonifici e l’acquisto dei due immobili, un appartamento in paese e uno chalet in montagna. È successo a Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano.

Continue richieste di denaro

Ma l’anziana, 87 anni, a un certo punto si è accorta che qualcosa non andava. Così si è confidata con una vicina di casa, lamentando le continue richieste di denaro per la spesa da parte della badante e il fatto che quest’ultima l’avesse progressivamente allontanata dagli affetti.

Sospetti fondati: la denuncia è scattata immediatamente, per iniziativa dell’anziana e delle nipoti. La donna e la figlia si trovano così attualmente indagate (a piede libero) per circonvenzione di incapace e autoriciclaggio, i loro beni sono stati sequestrati. 

Leggi anche

Porto Cervo, la denuncia del tiktoker: “200 euro per un cesto di frutta”

Tutto quello che non torna

Come è potuto accadere? Come faceva la badante ad avere libero accesso ai conti della donna che assisteva?

Colpa di un conto corrente comune creato durante la pandemia, per facilitare le operazioni burocratiche di ogni giorno rese complesse dalle restrizioni anti Covid. Conto da cui la badante attingeva di continuo, con bonifici quotidiani: come è stato possibile che nessuno abbia segnalato questa stranezza?

Ma non è finita qui. Le due donne hanno fatto firmare all’anziana, davanti a un notaio di Novara, una procura generale per amministrare il suo patrimonio. Una situazione parecchio strana, ma anche qui nessuna segnalazione, nemmeno dal notaio.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage