Fiorentina-Twente, Italiano: “Potevamo segnare di più. Gol subito servirà al ritorno”

L’allenatore della Fiorentina commenta la positiva prova della sua squadra che ha battuto il Twente 2-1 nell’andata del playoff di Conference: “L’approccio è stato fantastico, mi dispiace solo per il gol preso ma non siamo ancora al 100% della condizione”. Sulla rosa: “Amrabat è cresciuto, Jovic e Cabral stanno sul pezzo come tutti, perché solo così si può migliorare”

FIORENTINA-TWENTE 2-1, GOL E HIGHLIGHTS

C’è grande soddisfazione nelle parole di Vincenzo Italiano per l’esordio europeo della Fiorentina con una vittoria sul Twente per 2-1, un successo che sarebbe potuto essere più rotondo: “L’approccio è stato fantastico, potevamo ottenere di più in termini di gol nel primo tempo anche perché loro sono più avanti di noi, per loro era la quinta partita ufficiale, noi siamo alla seconda e nel secondo tempo si è visto, qualcuno è calato, non abbiamo più palleggiato, però volevamo un risultato importante e vivo per andarcela a giocare giovedì, abbiamo vinto e ci prepareremo per il ritorno – dice – Sono contento per ciò che hanno fatto i ragazzi, abbiamo concesso solo un tiro importa, meno di così non potevamo concedere”. 

“Dispiace per il gol preso ma ci dà più attenzione”

Una Fiorentina che cambia negli interpreti ma non nella qualità del gioco: “Anche oggi con sei undicesimi diversi rispetto alla gara precedente siamo riusciti a essere sempre noi, mi dispiace per il gol preso ma ci farà arrivare alla gara di ritorno con maggiore attenzione, perché se noi non stiamo con le antenne dritte qualcosa perdiamo e cercheremo subito di approcciarla come fatto oggi – spiega ancora –Amrabat? Lui due anni fa è arrivato con grandi aspettative ma non ha reso come voleva e stava perdendo un po’ di autostima poi nell’ultimo periodo abbiamo parlato e lavorato con lui e si è convinto di poter fare quel ruolo lì, per me può fare ancora meglio soprattutto nella gestione della palla e questo è un altro Amrabat e siamo contenti”.

“Tutti sul filo? Deve essere così per migliorare”

Il club ha migliorato la profondità della rosa a disposizione di Italiano: “Sono tutti sul filo? Penso che debba essere così perché ci sono 25 giocatori dello stesso livello e se vogliamo avere ritmi alti dobbiamo gestire le forze perché abbiamo tante gare e questo può essere un vantaggio – conclude – Jovic e Cabral? Abbiamo una coppia forte, Jovic ha segnato in campionato, oggi Cabral, dobbiamo crescere solo in condizione tutti ma penso che ci arriveremo presto. Merito mio? Sono sempre più importanti i calciatori e la loro disponibiltà, io cerco di trasmettere idee e passione, quando c’è questo si creano gruppi che vanno oltre le aspettative, siamo partiti con due vittorie e dobbiamo continuare a remare tutti dalla stessa parte e a dare tutti il contributo necessario”.

Fonte : Sky Sport