Province e Valle Fiorita, entro settembre finirà lo sgombero degli occupanti

A metà febbraio era andato in scena il censimento degli occupanti dello stabile di viale delle Province, nel II municipio. Un’operazione complessa, ma filata liscia dopo alcune tensioni che si erano consumate la settimana precedente a causa dell’arrivo delle forze dell’ordine, con l’intento – poi sospeso e rimandato – di identificare tutti gli inquilini dell’ex sede Inpdai. Oggi, come fanno sapere a RomaToday dall’assessorato alle politiche abitative della Regione, sono 120 i nuclei ai quali è stato già assegnato un altro alloggio. 

Un risultato ottenuto dalla cabina di regia istituita subito dopo il censimento, composta dalla prefettura insieme a Roma Capitale, Regione e II municipio, sulla scia di quanto accaduto a giugno 2021 per gli occupanti di viale del Caravaggio alla Montagnola, nell’VIII municipio. La soluzione ha coinvolto anche l’occupazione storica dell’ex clinica di Valle Fiorita, a Primavalle, con tutte le famiglie che avrebbero già trovato una nuova sistemazione. 

I nuclei sono stati distribuiti tra San Basilio, Pietralata, Serpentara, Acilia, Vigne Nuove, Spinaceto e Casale Caletto a Tor Cervara, complesso quest’ultimo oggetto di un progetto di riqualificazione da parte di Ater finanziato con 2 milioni di euro. Entro il mese di settembre, a quanto è possibile apprendere, verranno collocate le ultime 25 famiglie di viale delle Province. I nuovi alloggi per gli ormai ex occupanti sono tutti di proprietà Ater e Roma Capitale.

Fonte : Roma Today