Amber Heard licenzia Elaine Bredehoft in vista dell’Appello: punterà al Primo Emendamento

Nonostante le evidenti prove a favore di Johnny Depp al processo per diffamazione contro Ambr Heard, anche la controparte aveva le sue carte da giocare. Ma il team legale diretto da Elaine Bredehoft si è fatto trovare completamente impreparato. Ora l’attrice lo licenzia (quasi) al completo in vista dell’Appello.

Non del tutto inaspettata la decisione della Heard di modificare il suo team legale alla luce della sentenza di risarcimento in favore di Johnny Depp che ammonta a 10,4 milioni di dollari, deciso dalla giuria di Fairfax (Virginia) e che ora l’attrice si prepara a contestare in secondo grado di giudizio. Ma dietro l’assunzione dei nuovi avvocati David L. Axelrod e Jay Ward Brown, che affiancheranno Ben Rottenborn di Woods Rogers Vandeventer Black già presente in sede di primo giudizio, non c’è solo l’apparente impreparazione del suo precedente team legale.

La scelta rende evidente che l’Appello da parte della Heard intende concentrarsi sul diritti concessi dal Primo Emendamento della Costituzione. Specializzati nella clausola sulla libertà di parola nel documento di fondazione degli Stati Uniti, Axelrod e Brown sono stati consulenti per la battaglia vittoriosa del New York Times contro la causa per diffamazione intentata da Sarah Palin per un editoriale del 14 giugno 2017 prontamente corretto, nel quale il NYT creava un errato collegamento fra il comitato di azione politica dell’ex candidata alla Vicepresidenza e una sparatoria di massa del 2011 che aveva causato la morte di sei persone.

In seguito al deposito giudiziario nell’Old Dominion che ha reso noto il cambio della Heard, il nuovo team si è espresso con un comunicato: “Accogliamo con favore l’opportunità di rappresentare la signora Heard in questo appello poiché si tratta di un caso con importanti implicazioni del Primo Emendamento per ogni americano. Siamo fiduciosi che la corte d’appello applicherà la legge correttamente senza rispetto per la popolarità, annullerà la sentenza contro la signora Heard e riaffermerà i principi fondamentali della libertà di parola”.

Nel frattempo, la sentenza in favore dell’ex marito lo sta rapidamente riabilitando nel mondo del cinema: è arrivata la prima immagine di Johnny Depp come Luigi XV e di poche ore fa la notizia che Johnny Depp tornerà alla regia dopo 25 anni.

Fonte : Everyeye