Covid, ecco tutte le regole per il ritorno a scuola in sicurezza

Tra esattamente un mese le scuole di Roma e del Lazio riapriranno i battenti. Sarà il quarto anno scolastico in epoca di pandemia da Covid 19. Il ministero della salute nei giorni scorsi, di concerto con l’istituto superiore di sanità, il ministero dell’istruzione, le regioni e le province autonome ha reso pubbliche le indicazioni operative per il contenimento della diffusione del virus. Ad essere interessate sono le scuole del primo e secondo ciclo, quindi dalle elementari agli istituti superiori.

Da tempo i dirigenti scolastici e le famiglie si chiedevano in che modo personale e studenti sarebbero dovuti tornare in aula. Con o senza mascherina ffp2? La risposta è stata finalmente fornita ed è un cambio di passo rispetto al protocollo seguito fino alla fine del precedente anno scolastico.

Le regole riguardanti le mascherine 

Secondo le nuove regole, infatti, nelle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado, i dispositivi di protezione individuale (le mascherine) andranno indossate solo da alunni e personale “a rischio di sviluppare forme severe di Covid 19”. I soggetti più fragili, quindi, perché con disabilità o affetti già da altre patologie. In questo caso la protezione è richiesta. 

A scuola senza sintomi

Per il resto, le disposizioni da seguire sono le solite: a scuola si può stare solo se privi di sintomi o febbre e ovviamente in caso il test diagnostico dev’essere negativo. Si conferma la necessità di sanificazione ordinaria periodica e straordinaria degli ambienti in caso di uno o più casi di positività confermati, ricambi d’aria frequente. 

Ulteriori disposizioni se la curva aumenta

Qualora i contagi nazionali e regionali dovessero salire durante l’autunno, il ministero ha studiato anche “possibili misure ulteriori” da implementare singolarmente o in combinazione. A seconda delle esigenze di sanità pubblica o di cambiamenti del quadro epidemiologico. Quindi il distanziamento di almeno 1 metro dove sia consentito dagli spazi a disposizione, precauzioni nei momenti di maggiore aggregazione, aumento della sanificazione periodica, mascherine chirurgiche o ffp2. 

A mensa su turni e merenda al banco

Per quanto riguarda il consumo dei pasti, nel caso in cui la curva dei contagi tornasse a salire come accaduto nell’autunno/inverno 2021/2022, il ministero dispone che la somministrazione dei pasti nelle mense avvenga su turni e che gli alunni e le alunne facciano merenda, durante la ricreazione, seduti al banco. 

Fonte : Roma Today