Appuntamento al Palo della Morte, dal 2015 tappa fissa per Ferragosto. Ecco come è nata l’idea

“Io l’ho creato, ma sono stati cinque ragazzi ed una ragazza i pionieri che gli hanno dato vita”. Così è nato l’evento facebook Appuntamento al Palo della Morte, che dal 2015 vede centinaia di persone recarsi in pellegrinaggio nel luogo dove nel 1980 Enzo (no Renzo), il coatto interpretato da Carlo Verdone nel film Un Sacco bello, si era dato appuntamento con Sergio (il compianto Renato Scarpa) per partire alla volta di Cracovia. “Biro e calze de nylon”, “alle 5 e mezza stamo a Borzano alle 9 a Cracovia alle 10 de sera scommetti…” in un rigorosa “tabbellademarcia Roma, Vardechiana, Borzano, Cracovia”. 

Un appuntamento fisso da 7 anni oramai, come racconta a RomaToday il creatore dell’evento de I Colossi della Commedia Gianluca Bonetti: “Oggi ci ha girato un servizio la Rai. Un evento nato per cazzeggio ma che si è trasformato in partecipazione reale”. 

Era infatti il Ferragosto del 2015 quando Gianluca, come Enzo, si trovava da solo a casa in un afoso Ferragosto. “Stavo guardando Un sacco bello in tv quando mi sono detto adesso vado al Palo della Morte. Poi mi è venuta in mente l’idea di creare un evento con una pagina facebook che gestisco sotto il nome de I colossi della Commedia. Tanto per cazzeggiare – spiega Gianluca Bonetti -. Sono arrivate le prime adesioni social, ma come tante pensavo che terminassaro nel mondo virtuale diciamo così”.

Poi la foto della svolta. “Non lo dimenticherò mai, mi inviarono una foto cinque ragazzi ed una ragazza. Un selfie al Palo della morte. E mi dissero ‘Tu ci hai sfidato e noi ci siamo venuti’. Ci erano andati apposta dopo aver aderito all’evento di Facebook, poi sarebbero andati a pranzo a Calcata”.

Da quella foto un crescendo “gli ho chiesto l’autorizzazione a poterla pubblicare sulla pagina dell’evento e da sette anni a questa parte ogni Ferragosto mi arrivano veramente centinaia di foto”. Ma non semplici selfie “oltre a calze e biro si sono presentati dei veri e proprio sosia di Enzo. Camicia nera, capezza e ovatta nel ‘pacco‘”.

Carlo Verdone che dopo aver ringraziato prima i suoi fan e poi l’autore dell’evento per “l’idea geniale” del Palo della Morte, diede poi appuntamento nel 2019 ai cultori del film, promettendo che per il quarantennale dell’uscita del film avrebbe fatto loro una sorpresa. Una parola mantenuta, con Verdone e Renato Scarpa, alias Sergio – venuto a mancare a Roma lo scorso mese di dicembre – che inaugurarono a Vigne Nuove nel luglio 2020 una targa per commemorare i 40 anni dall’appuntamento al Palo della Morte. 

Quarantanni ma non solo, con l’Appuntamento al Palo della Morte che anche in questo 2022 (dopo 42 anni dall’uscita del film anni e 7 dalla creazione dell’evento) è stato ancora “Un sacco bello”. 

Fonte : Roma Today