Vigevano, pitone albino di due metri scappa dal padrone, si rifugia su un tetto e morde un pompiere

14 Agosto 2022

Il serpente è stato recuperato dai vigili del fuoco, ma durante le operazioni il pitone albino ha dato un morso a un pompiere.

569 CONDIVISIONI

Riesce a scappare dall’abitazione del suo padrone e si rifugia su un tetto di un palazzo del paese. Non è un cane né un gatto, ma un pitone albino lungo circa due metri. La singolare fuga è avvenuta a Vigevano, provincia di Pavia, in corso Novara. Per recuperarlo sono dovuti intervenire i vigili del fuoco e durante le operazioni il rettile ha dato un morso a un pompiere. Il 50enne è stato soccorso dal personale del 118 e accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Vigevano, dov’è stato medicato e dimesso con una prognosi di qualche giorno. Le ferite si sono rivelate, fortunatamente, superficiali. Il pitone albino, tra l’altro, non è un serpente velenoso e, quindi, il suo morso è innocuo.

Il serpente è stato catturato e riconsegnato al proprietario

Il pitone è stato poi riconsegnato al legittimo proprietario. Sono in corso le verifiche per accertare tutti i permessi necessari per custodire in casa l’animale e le indagini per capire in che modo il serpente sia riuscito a scappare dalla sua teca e a finire sul tetto dell’edificio.

I pitoni albini

La caratteristica principale del pitone albino sono gli occhi rossi e una livrea di colore giallo con delle macchie bianche sui lati. Può raggiungere una lunghezza massima di oltre quattro metri. Si tratta di un animale molto raro ed estremamente difficile da allevare in cattività. I pitoni albini sono inoltre molto delicati e non tollerano la luce diretta del sole. In Italia è vietato detenere in casa serpenti velenosi, ma è consentito avere rettili come i pitoni, che non sono velenosi, ma comunque pericolosi perché costrittori.

569 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage