Lazio-Bologna 2-1: Immobile ribalta Mihajlovic e regala i tre punti a Sarri

La Lazio con fatica vince in rimonta per due a uno il suo debutto stagionale all’Olimpico contro il Bologna. La squadra di Sarri vince graziie ad un autogol e alla rete del solito Ciro Immobile, cecchino infallibile dei biancocelesti. La Lazio recupera una partita iniziata malissimo con l’espulsione per un errore grossolano del portiere Maximiano e il gol di Arnautovic. La svolta arriva però a fine primo tempo con l’espulsione di Soumaoro che ristabilisce la parità numerica. Da quel momento gioca solo la Lazio che trascinata da Lazzari trova prima il pareggio con la sfortunata autorete di De Silvestri e che poi trova il gol vittoria con il triangolo delle meraviglie Luis Alberto-Milinkovic-Immobile. Prova di carattere per la squadra di Sarri che vince una partita che la Lazio si è complicata da sola. Esordio da dimenticare per Maximiano salvato dal suo capitano. 

Lazio-Bologna, la cronaca

Al sesto clamorosamente la Lazio resta in 10. Maximiano prende la palla con le mani fuori dall’area di rigore. L’arbitro richiamato al Var rivede l’azione e punisce il portoghese col cartellino rosso. Al 13esimo grande occasione della Lazio. Milinkovic di testa lancia nello spazio Immobile che fugge alla difesa bolognese e chiama al grande intervento Skorupski. Al 20esimo Bologna vicino al gol con De Silvestri ma è bravissimo in uscita Provedel a chiudere lo specchio della porta. Al 35esimo Sansone anticipa Zaccagni in area che lo stende e per l’arbitro non ci sono dubbi, è rigore per il Bologna. Arnautovic dal dischetto non sbaglia e porta avanti gli ospiti. Nel recupero ristabilita la parità numerica con Soumaoro che trova il secondo giallo e lascia il Bologna in 10. Al 62esimo Lazio vicina al pari con Zaccagni, ma il tiro del 20 biancoceleste esce largo di un soffio. Al 68esimo la Lazio trova il pareggio. Lazzari scappa via sulla destra mette in mezzo e trova la parata di Skorupski e poi l’autogol di De Silvestri. Al 79esimo la Lazio ribalta il risultato grazie al solito Ciro Immobilez. Luis Alberto recupera palla in zona avanzata e poi Milinkovic mette il capitano biancoceleste a tu per tu con Skorupski e stavolta non sbaglia. All’82esimo Arnautovic arma il destro dalla distanza ma Provedel si distende e para. 

Tabellino e pagelle

Lazio (4-3-3): Maximiano 4; Lazzari 7 (dall’84’ Hysaj s.v.), Patric 6,5, Romagnoli 6,5, Marusic 6; Catdaldi 6 (dal 65’ Luis Alberto 6,5), MIlinkovic-Savic 6,5 (dall’83 Vecino s.v.), Basic s.v. (dall’8’ Provedel 6,5); Felipe Anderson 5,5 (dall’83’ Cancellieri s.v.), Immobile 7, Zaccagni 5. All.: Sarri 6.

Bologna (3-5-2): Skorupski 6,5; Soumaoro 4, Medel 5, Lykogiannis 5,5 (dal 65’ Aebischer 5,5); De Silvestri 4,5, Dominguez 5,5 (dal 74’ Barrow 5,5), Schouten 6,5, Soriano 6 (dal 65’ Kasius 5,5), Cambiaso 5 (dall’86’ Vignato s.v.); Sansone 6,5 (dal 45’ Bonifazi 5), Arnautovic 7. All.: Mihajlovic 5,5. 

Marcatori: 68’ aut. De Silvestri (B), 79′ Immobile (L); 38’ Arnautovic (B)

Ammoniti: Lazzari (L), Immobile (L); Sansone (B), Arnautovic (B), Cambiaso (B), Aebischer (B)

Espulsi: Maximiano (L); Soumaoro (B)

Arbitro: Massimi 

I top e flop biancocelesti 

Lazzari 7: Il migliore in campo della Lazio. Imprendibile propizia la rete del momentaneo pareggio. 

Immobile 7: Sempre decisivo, solita certezza della Lazio. Bomber e trascinatore, si rende pericoloso anche in inferiorità numerica. 

Zaccagni 5: Si addormenta e stende Sansone in occasione del rigore. Errore che poteva costare caro.

Maximiano 4: Ingenuità colossale del portiere portoghese che prende il pallone con le mani fuori dall’area. Un errore di valutazione che costa il cartellino rosso e condiziona la partita della squadra. 

Fonte : Roma Today