Si finge senza fissa dimora e tenta la rapina al minimarket

Si sedeva in terra sui marciapiedi delle strade del quartiere fingendo di essere un senza fissa dimora. Uno stratagemma, che un uomo, che una dimora ce l’ha, ha utilizzato per rapinare un minimarket. Una tentata rapina con il malvivente che dopo aver minacciato il titolare del negozio con un collo di bottiglia rotto lo ha aggredito, costrigendolo alle cure dell’ospedale. In fuga il fantomatico clochard è stato poi fermato dalla polizia. 

I fatti la sera dello scorso venerdì in via della Marranella, nella zona di Torpignattara. Qui il rapinatore, un 35enne ecuadoriano, si è appostato vicino un minimarket, sedendosi in terra. Atteso il momento propizio, intorno alle 22:00, ha impugnato un collo di bottiglia rotto e, dopo aver sorpreso il titolare dell’alimentari alle spalle, lo ha minacciato per farsi consegnare i soldi.

Poi l’aggressione, con il malvivente che si scagliato contro il commerciante, un cittadino del Bangladesh di 42 anni. A salvare il negoziante ci hanno poi pensato alcuni passanti, allarmati dalle sue grida d’aiuto. A mani vuote il ladro si è quindi dato alla fuga con i testimoni che hanno richiesto l’intervento al 112.

Sul posto sono quindi intervenuti gli agenti delle volanti e del commissariato Torpignattara. Ascoltati alcuni testimoni i poliziotti hanno poi rintracciato il presunto rapinatore, mentre tentava di nascondersi in largo Bartolomeo Perestrello. Accompagnato negli uffici di polizia è stato identificato in un 35enne nato in Ecuador, residente nella zona del Prenestino. Riconosciuto dal titolare del minimarket, refertato all’ospedale Vannini con pochi giorni di prognosi, l’uomo è stato arrestato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Dovrà rispondere di tentata rapina. 
 

Fonte : Roma Today