Conan the Barbarian, Jason Momoa sul remake che lo ha lanciato: “È una montagna di m**da”

Mentre si prepara a tornare sui nostri schermi come protagonista di Shots! Shots! Shots!, Jason Momoa torna a parlare del film che lo ha lanciato dopo la sua partecipazione a Baywatch Hawaii: il remake del 2011 di Conan the Barbarian. L’attore si è espresso senza mezzi termini sulla pellicola, considerata da lui stesso scadente.

“Ho fatto parte di molti prodotti che facevano davvero schifo e di film dove le cose sono fuori dalle tue mani”, ha detto Momoa nel corso di un’intervista con GQ britannico. “Conan [the Barbarian] è stato uno di questi. È stata una delle migliori esperienze che ho avuto ed è stata modificata e trasformata in un grande mucchio di m*rda”. L’attore ha in effetti ammesso di essersi divertito molto nel girare il film, ma che il montaggio ci ha messo sicuramente uno zampino non indifferente nel risultato poco soddisfacente.

Il remake è uscito nel 2011, anno in cui le pellicole in 3D avevano raggiunto il loro apice e la fortuna di Iron Man e de Il cavaliere oscuro aveva aperto le porte ai film tratti dai fumetti. In ogni caso le cose non sono state fortunate per il prodotto: Conan the Barbarian è stato diretto da Marcus Nispel con un budget di ben 90 milioni, e ne ha incassati solo 63. E dire che ai tempi si pensava che potesse dare inizio a un franchise!

Le cose, però, sono andate meglio per Momoa a partire da quel progetto, perché quell’anno l’attore è entrato nel cast della serie Il Trono di Spade, che gli ha fatto fare il salto di qualità e lo ha portato dove è adesso. E a voi, è piaciuto remake in questione? Intanto vi raccontiamo cosa ne abbiamo pensato noi nella nostra recensione di Conan the Barbarian.

Fonte : Everyeye