Addormentarsi ascoltando podcast di crime è la nuova tendenza

Se non si riesce a restare svegli durante il podcast di crimine preferito, parte del motivo potrebbe essere la voce del narratore o del podcaster. Molti partecipanti al CrimeCon di Las Vegas, una convention annuale sul true crime che attira migliaia di appassionati, hanno detto al sito BuzzFeed News che ascoltano deliberatamente spettacoli o podcast sul crimine per addormentarsi. “Deve essere uno show in cui chi parla ha una voce molto calmante, in genere è meglio con un unico narratore” ha spiegato una fan. I telefilm e videodocumentari sui delitti possono avere un simile effetto, ma sembra che siano i podcast a spingere il pubblico fra le braccia di Morfeo più facilmente.

“Spesso il narratore sta descrivendo qualcosa che è spaventoso, ma allo stesso tempo non sta fluttuando molto la voce mentre lo racconta. Quindi il suo tono di voce può essere rassicurante e perfino calmante” ha detto al portale americano il professore Rafael Pelayo, psichiatra ed esperto dei comportamenti nel sonno all’università di Stanford. Il luogo in cui si ascolta è un’altra componente da considerare: “Per molte persone, la camera da letto è il loro santuario. Quindi potrebbero sentirsi al sicuro mentre ascoltano queste trame folli e non si sentono personalmente minacciate dalla storia” aggiunge Pelayo.

article image
Wired Crime, il podcast che racconta l’evoluzione del crimine 

Dallo staging al deepfake, passando per i factitious disorder. Dal 31 maggio, ogni martedì, Cristina Brondoni e Sara Uslenghi raccontano di come gli strumenti per delinquere (e quelli per proteggersi) si sono modificati negli anni

I migliori podcast per dormire

La passione per i podcast sul crimine che fanno addormentare è tale che sui forum si trovano varie liste sugli show consigliati. Negli Stati Uniti, i programmi Dateline, Phoebe reads a mistery e Noble Blood vengono indicati come i migliori: l’armonia fra voci calmanti e musica ambient e jazz in sottofondo sembra funzionare al meglio. Lo stesso abbinamento si trova anche in alcuni podcast italiani di successo come Blu Notte – adattamento del noto programma di Carlo Lucarelli – e Demoni Urbani. Metterli alla prova come strumenti per dormire può essere un tentativo per scoprire eventi passati e casi irrisolti. L’aspetto più importante è che le persone si addormentino e poi dormano tutta la notte in maniera tranquilla. “Se il giorno dopo non dà fastidio il ricordo dei crimini raccontati”, chiarisce Pelayo, “allora è tutto a posto“.

Fonte : Wired