Top Gun: Maverick, Lewis Hamilton uno dei piloti: ha dovuto abbandonare causa Formula 1

A quanto pare, Lewis Hamilton è sempre stato un grandissimo fan di Top Gun nonché amico stretto di Tom Cruise. Così, alla notizia di Top Gun: Maverick, ha chiesto (e ottenuto) il ruolo di uno dei piloti, dovendo abbandonare all’ultimo per le corse. Ora, per assurdo, produrrà con Joseph Kosinski il film Formula 1 con Brad Pitt.

Indipendentemente dall’esito dello scorso mondiale di Formula 1, che non ha consegnato a Lewis Hamilton la sua ottava medaglia d’oro, permettendogli così di battere il precedente record di 7 mondiali di Michael Schumacher, il pilota della Mercedes è effettivamente il più grande di tutti. Bastano gli altri tre argenti che possiede, a farlo vincere ai palmares. Ma negli ultimi mesi si vociferava di un ritiro, mentre il pilota dei piloti si prepara al suo debutto nel mondo del cinema. Sarà come produttore di Formula 1 di Joseph Kosinski: questo il titolo provvisorio del film che vedrà Brad Pitt interpretare un pilota in pensione chiamato ad allenare una nuova generazione.

Dopo la strategia applicata per Top Gun, il regista vuole munirsi del migliore dei supervisori possibili, affidandogli addirittura un posto a bordo della filiera produttiva. Ma Joseph Kosinski, appunto, è anche il regista di quel clamoroso successo che continua a essere Top Gun Maverick, indefesso nel continuare a guadagnare margini nell’ordine di milioni finesettimana dopo finesettimana. Bene, sembra proprio che sia stato Top Gun a far incontrare i tre. Hamilton è sempre stato grande fan del primo capitolo di Tony Scott e ha telefonato a Tom Cruise alla notizia del sequel.

Ha anche ottenuto ciò che voleva, la parte di uno dei piloti di jet addestrati da Maverick: ormai sembrava cosa fatta. Ma all’annuncio della finestra di riprese, Hamilton ha dovuto ritirarsi in quanto sarebbe combaciata con il momento di picco del mondiale di Formula 1. Sulla rinuncia, Hamilton ha dichiarato ai microfoni di Vanity Fair: “Quando ho sentito che il secondo sarebbe uscito, ho pensato, ‘Oh mio Dio, devo chiederglielo’. Non mi interessa che ruolo sia. Spazzerò anche qualcosa, farò le pulizie nei titoli di coda. Quando ho dovuto rinunciare, penso sia stata la telefonata più sconvolgente che abbia mai avuto”.

Fonte : Everyeye