Onorato: “Il turismo a Roma tornerà a livelli pre-Covid nel 2023”

AGI – Un lungo serpentone di turisti dentro al parco archeologico del Colosseo: ben 23.447 visitatori in un solo giorno. Ma non è l’unico gioiello della Città Eterna, preso d’assalto, due giorni fa, nella “domenica gratis al museo” (iniziativa introdotta dal ministero della Cultura). C’è, ad esempio, anche Castel Sant’Angelo (4.889 visite), il Pantheon (4.842), Galleria Borghese (1.796) o il Parco archeologico di Ostia antica (988).

La Capitale si ripopola di turisti e si avvicina ai numeri pre-pandemia. “La cultura è da sempre l’asset su cui Roma ha fatto la propria fortuna. Stiamo valorizzando lo straordinario patrimonio archeologico e monumentale ma vogliamo a questo unire le potenzialità dei grandi eventi in luoghi iconici di Roma”, spiega all’AGI, l’assessore capitolino a Turismo, grandi eventi, moda e sport, Alessandro Onorato.

L’obiettivo “è comunicare – sottolinea l’assessore – un’immagine della capitale più moderna e attrattiva. Lo abbiamo già fatto con Valentino a Trinità dei Monti, con l’alta moda sulla piazza del Campidoglio, i concerti gratuiti Summer Hits a piazza del Popolo o i mondiali di Skate ai piedi del Colosseo con risultati comunicativi straordinari”.

Il turismo nella Capitale è in netta ripresa nonostante il virus e la guerra: “Non è ancora ai livelli del 2019. A causa del Covid e della guerra in Ucraina – precisa Onorato – dobbiamo, per il momento, continuare a fare a meno dei flussi provenienti dall’Asia e dalla Russia. Nonostante questo, da aprile a luglio, proprio grazie a un cartellone fittissimo di grandi eventi, siamo riusciti a compensare e le perdite di tali flussi. E a segnare un tutto esaurito. Per il futuro siamo ottimisti e fiduciosi di poter superare, già l’anno prossimo, i livelli pre-Covid”.

Giocherà un ruolo da protagonista anche l’intelligenza artificiale. “Vogliamo migliorare in maniera molto decisa la qualità dei servizi da offrire ai turisti e quindi anche ai cittadini. Ci affideremo sempre di più – annuncia Onorato – alla tecnologia, alla cosiddetta intelligenza artificiale. Metteremo in campo una nuova segnaletica, anche attraverso l’utilizzo di nuove applicazioni, per evitare affollamenti davanti ai monumenti più conosciuti. Questo da una parte consentirà di godere al meglio delle nostre bellezze e dall’altra potrà spingere i turisti a non visitare sempre gli stessi luoghi. Roma ha una ricchezza unica al mondo. È giunta l’ora – conclude – di farla conoscere meglio e valorizzarla appieno”.

Fonte : Agi