Bari, morta la donna di 63 anni investita sulle strisce pedonali nei pressi di “Pane e pomodoro”

6 Agosto 2022

È morta a 63 anni, dopo due giorni di ricovero in rianimazione al Policlinico di Bari, la donna che lo scorso 3 agosto era stata investita da un auto. Indagato il conducente.

10 CONDIVISIONI

Foto Corriere

È morta a Bari una donna di 63 anni, aggiungendosi al numero di vittime della strada che si contano in questi mesi nella città pugliese. Lo scorso 3 agosto, infatti, la donna è stata investita mentre era intenta ad attraversare la strada, all’altezza del parcheggio dello stabilimento balneare Pane e Pomodoro. Il decesso è avvenuto dopo alcuni giorni di ricovero al Policlino di Bari.

Non ce l’ha fatta, nonostante il sostegno e l’intervento repentino dei soccorsi, dopo due giorni di degenza nel reparto di rianimazione dell’ospedale del capoluogo pugliese, la 63enne è deceduta, stroncata dalle conseguenze dell’incidente che l’ha travolta durante quella che doveva essere una tranquilla giornata trascorsa al mare. La notizia della morte è giunta dalla polizia locale, intanto l’autorità giudiziaria sta svolgendo indagini più approfondite in merito al conducente. L’uomo alla guida dell’auto, infatti, era stato immediatamente indagato per lesioni gravi o gravissime, a seguito dell’arrivo degli agenti sul posto, subito dopo i primi accertamenti. L’accusa, con la conseguente morte della donna, sarà quindi modificata, trattandosi in questo caso di omicidio.

Si tratta del secondo caso di incidente stradale che si verifica nel barese, aggravando una situazione già di per sé piuttosto preoccupante. Lo scorso 29 luglio, infatti, ha perso la vita il 47enne Gaetano De Felice, mentre si trovava a passeggiare in serata sul lungomare Santo Spirito. Alla guida dell’auto che l’ha travolto c’era Antonio Cassano, un giovane di vent’anni proveniente da Catino, a cui sono stati dati gli arresti domiciliari con l’accusa di omicidio stradale aggravato dalla manovra fatta in prossimità di attraversamento pedonale, a cui si aggiungono il mancato possesso della patente di guida e della copertura assicurativa.

10 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage