Paura in Porta Venezia a Milano: uno sparo dopo una lite e una ragazza colpita da una bottiglia

5 Luglio 2022

Una lite è esplosa nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 5 luglio, in porta Venezia a Milano: uno dei due ragazzi avrebbe esploso anche un colpo a salve. L’altro invece avrebbe lanciato una bottiglia ferendo però una 30enne.

65 CONDIVISIONI

Immagine di repertorio

Uno sparo (a salve) e poi una ragazza ferita dal lancio di una bottiglia di vetro: è quanto accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 5 luglio, in piazza Oberdan a Porta Venezia, Milano. I due ragazzi che avrebbero litigato sono scappati mentre la trentenne ferita è stata portata in pronto soccorso. Per fortuna non versa in gravi condizioni.

Uno dei due ha lanciato la bottiglia

In base agli elementi raccolti fino a questo momento, la lite è esplosa all’altezza dell’incrocio tra piazza Oberdan e via Vittorio Veneto. Il tutto sarebbe avvenuto attorno alle sette e mezza di oggi. A litigare sarebbero stati due ragazzi, probabilmente ubriachi.

Durante la discussione, avvenuta vicino all’Unicredit, uno dei due avrebbe preso una bottiglia e l’avrebbe lanciata: nel farlo, avrebbe però ferito all’addome una ragazza che, con tutta probabilità, stava semplicemente transitando nella zona.

Leggi anche

Ragazzo di 20 anni accoltellato dopo una lite in un parcheggio: è grave, si cercano i responsabili

Ritrovato il bossolo esploso

L’altro ragazzo avrebbe invece esploso un colpo di pistola a salve, ma fortunatamente non ha ferito nessuno. Le persone presenti hanno immediatamente allertato il numero unico delle emergenze 112. Sul posto sono intervenuti i medici e i paramedici del 118 con due ambulanze. Una volta arrivati, i due si erano però dati alla fuga.

Gli operatori sanitari hanno trasferito al Fatebenefratelli, in codice verde, la 30enne per delle escoriazioni mentre i carabinieri del nucleo operativo e della stazione Duomo hanno svolto i rilievi del caso: hanno ascoltato i testimoni, tra cui la ragazza ferita, e hanno trovato anche il bossolo a salve. Adesso cercheranno di risalire all’identità dei due responsabili.

65 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage