Australia, impatto Covid e lockdown: impennata di divorzi

Una delle conseguenze della pandemia

Covid in Italia e nel mondo, le notizie di oggi 4 luglio. DIRETTA

ll tribunale del Federal Circuit and Family Court australiano, infatti, ha ricevuto 47.016 domande di divorzio solo considerando l’anno finanziario 2021/22, rispetto alle 49.625 che si sono registrate nei 12 mesi precedenti. E nel 2019 erano state 44.432. Secondo gli esperti si tratta di una delle conseguenze della pandemia, che ha provocato nelle coppie situazioni di forte stress e conflitti e che ha anche costretto le persone a trascorrere molto tempo insieme, facendo emergere problemi che potevano esistere prima ma che venivano vissuti sottotraccia. “Le persone sono state costrette insieme quando normalmente potevano essere distratte da una vita indaffarata e concentrata verso l’esterno”, ha commentato Elizabeth Shaw, ceo del servizio di consulenza di coppia “Relationship Australia”, citata sempre dall’inchiesta del Sydney Morning Herald. “Molte coppie e famiglie invece ne hanno beneficiato, hanno sorpreso loro stesse con momenti affettuosi, in cui hanno ravvivato e rivalutato gli aspetti positivi che hanno in comune. Altri invece hanno compreso che era davvero tempo di tirare le somme, che non potevano più contare sul partner e che non c’era più ragione di restare insieme”, ha detto ancora, inquadrando il fenomeno.

Il reale numero dei divorzi

Tra l’altro, è stato spiegato ancora, i dati appena pubblicati e relativi al censimento generale del 2021 in Australia hanno indicato che l’11,5% delle persone sopra i 15 anni sono in una relazione di fatto, proporzione rilevata in aumento se si considera la percentuale del 10,4% relativa al 2016 e quella del 9,4% che si riferisce al 2011. Secondo la ceo del servizio di consulenza di coppia “Separation Guide”, Angela Harbinson, “il numero dei divorzi andrebbe raddoppiato, se si includono le separazioni delle relazioni di fatto”, ha osservato ancora.

Fonte : Sky Tg24