Papa Francesco e le voci di dimissioni: “Non mi è mai passato per la testa. E non ho il cancro”

4 Luglio 2022

Papa Francesco smentisce in una intervista a Reuters di avere intenzione di dimettersi e smentisce le voci secondo le quali sarebbe malato di cancro. E ribadisce invece la sua volontà di recarsi a Mosca e Kiev appena possibile.

0 CONDIVISIONI

Papa Francesco non ha intenzione di dimettersi, almeno per il momento. E dice anche che non ha il cancro. Il Pontefice, al contrario, spiega che questo mese vuole visitare il Canada e spera anche di andare presto a Mosca e a Kiev. Bergoglio sabato ha rilasciato una intervista esclusiva alla Reuters dalla residenza vaticana di Santa Marta – nel weekend anche l’incontro in Vaticano con Elon Musk –  e appunto ha smentito sia le voci che lo descriverebbero gravemente malato sia quelle che lo vedrebbero ormai vicino alla dimissioni. 

L’intervista al Papa: “Cancro? Medici non mi hanno detto niente”

“Sono ancora vivo” ha risposto papa Francesco al giornalista che gli chiedeva informazioni sul suo stato di salute. “Il cancro? I medici non mi hanno detto niente” ha aggiunto nell’intervista smentendo quindi le voci secondo le quali un anno fa gli era stato trovato un tumore dopo l’operazione per rimuovere parte del colon.

Cos’ha Papa Francesco al ginocchio

Ha confermato invece i problemi al ginocchio che spesso lo costringono a muoversi su una sedia a rotelle: ha spiegato di aver subito anche una “piccola frattura” nel fare un passo falso con un legamento infiammato. “Sto migliorando – ha detto però papa Francesco – Tecnicamente la calcificazione è già avvenuta. Ora devo ricominciare a muovermi perché c’è il rischio di perdere torno muscolare”. Ha spiegato però di non volere un’operazione al ginocchio perché teme l’anestesia generale.

Il Papa costretto a muoversi in sedia a rotelle

Il Papa e la possibilità di dimettersi

Sul tema delle dimissioni, Bergoglio ha spiegato di non pensarci: “Non mi è mai passato per la mente di dimettermi, davvero” ha sottolineato il Papa, che però al tempo stesso ha ripetuto di non escluderlo in futuro. Se un giorno per lui diventerà impossibile, a causa delle sue condizioni di salute, gestire la Chiesa allora potrebbe valutare una scelta come quella del suo predecessore Benedetto XVI. Ma alla domanda su quando potrebbe accadere, ha risposto: “Non lo sappiamo. Dio lo dirà”.

Gli impegni: “Vorrei andare in Ucraina e Russia”

“Vorrei andare in Ucraina, e volevo prima andare a Mosca. Ci siamo scambiati dei messaggi a questo proposito, perché pensavo che se il presidente russo mi avesse concesso una piccola finestra per servire la causa della pace… E ora è possibile, dopo il mio ritorno dal Canada, che io riesca ad andare in Ucraina. La prima cosa da fare è andare in Russia per cercare di aiutare in qualche modo, ma vorrei andare in entrambe le capitali”, ha quindi spiegato il Pontefice parlando della guerra in Ucraina.

La sentenza sull’aborto negli Usa

Nell’intervista il Papa ha risposto anche a una domanda sulla sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti sull’interruzione di gravidanza e ha detto di rispettarla, ma di non avere abbastanza informazioni per parlarne da un punto di vista giuridico. Ma ha condannato ancora una volta con forza l’aborto.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage