Blind, con Cioffi e Random, canta un amore finito in Non Dormo da una Settimana

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

Non Dormo da una Settimana è un brano dalle sonorità e dalle intenzioni allegre e spensierate. Blind, Random e Cioffi descrivono quel misto di sensazioni che si provano alla fine di una relazione opprimente: da quel senso di gioia e rivalsa per aver concluso una relazione, a non credere più alle bugie del proprio partner e a non cadere più nello sguardo della persona che si ama. Il tutto contrastato da quella gelosia che si prova nei confronti di un ex, che ti porta a non dormire o perché sei perso a far festa, o perché i ricordi di quella persona ti levano il sonno. Ne ho parlato con Blind, grande protagonista a X Factor 2020 (GUARDA LO SPECIALE).

Franco come nasce il progetto Non Dormo da una Settimana?
Nasce prima che entrassi all’Isola, ero in studio con Cioffi e gli ho parlato di questo pezzo. Uscito dall’Isola mi ritrovo una nota audio di Random che nel frattempo lo aveva ascoltato e voleva fare il secondo ritornello.
Sulla cover del singolo il tuo nome è in corrispondenza col simbolo della casa: c’è un motivo o è casuale?
Assolutamente casuale. Per altro me lo hai fatto notare tu.
Il testo parla della fine di una relazione: nasce da una esperienza personale o è la summa di esperienze plurime?
La mia relazione va alla grande, non è autobiografico. Racconta quello che accade alla fine e la gelosia che lascia, è un mix di emozioni. E’ quasi un esorcismo, in fondo il musicista lavora per altra gente. Non è difficile scrivere di cose non vissute perché mi ci rivedo immedesimandomi.
Lo sguardo è descritto come una trappola: credi che sia lo specchio dell’amore?
Con gli occhi parla tanta gente, anche Greta la mia ragazza. Lo sguardo è importante anche nell’amicizia.
In amore una bugia può anche essere salvifica oppure fa solo danno? Su una piccola cosa intendo.
Non mi piace dirle vado sempre per la sincerità, se il problema lo affronti dopo è peggio, non deve esistere la bugia.
Un altro tema del brano è il ricordo: tu hai una memoria che contiene tutto oppure sei selettivo?
Ricordo tutto, pensando al passato ho un carica in più. I ricordi sono fondamentali.
Il tuo nome, il libro, i tuoi testi sono spesso segnati dal senso di rivalsa verso un passato difficile: credi di avere vinto questa sfida?
Vinto ancora no perché so cosa sogno. Ho vinto sul mio passato, quello sì, però il mio sogno è ancora lontano.
Cosa ti resta di X Factor e che consigli dai a chi partecipa quest’anno?
Mi resta il bagaglio che mi ha dato, mi ha insegnato a stare nel mondo della musica. Consiglio di essere se stessi e trasmettere quello che provano, di non temere a raccontarsi.
Che accadrà in estate? E stai lavorando a un progetto individuale?
L’album è nei progetti anche se non ho una data. Ci sarà un tour estivo fino a settembre e intanto continuo a lavorare al disco. Sono stufo di sentirle solo io le mie canzoni. Oppure di condividerle col mio gruppo di ascolto. Faccio canzoni pensando che siano come quelle che vorrei ascoltare.

Fonte : Sky Tg24