Florenzi saluta la Roma, messaggio criptico nella sua lettera: “Ho scelto la via del silenzio”

1 Luglio 2022

Alessandro Florenzi è stato acquistato definitivamente dal Milan che l’ha prelevato dalla Roma. Il jolly rossonero, campione d’Italia con Pioli, ha così salutato i tifosi giallorossi con una lunga lettera senza nascondere un pizzico di rammarico.

100 CONDIVISIONI

Il comunicato ufficiale del Milan ha sancito definitivamente l’addio di Alessandro Florenzi alla Roma. La sua Roma, la squadra per cui ha tifato fin da bambino, dove è cresciuto e si è formato calcisticamente fino a consacrarsi nel calcio professionistico. I rossoneri hanno sborsato 2,7 milioni per assicurarsi a titolo definitivo il jolly che Pioli ha più volte sfruttato in diversi ruoli nella scorsa stagione. Contratto fino al 30 giugno 2025 e tanta soddisfazione per Maldini e Massara di aver chiuso un’operazione fortemente voluta dallo stesso allenatore del diavolo. Florenzi lascia la Roma dopo 20 anni. Una famiglia per lui, romano di Roma e legatissimo ai colori giallorossi. Nella sua carriera ha vestito però anche le maglie di Crotone, Valencia e PSG fino al passaggio al Milan della passata stagione.

Un arrivederci alla lupa pronunciato quattro volte prima dell’addio, inevitabile, che forse anche lui ormai era pronto a dare a quella maglia che ha tanto sognato di indossare fin da bambino. Era dunque inevitabile che Florenzi volesse lasciare al meglio la Roma e l’ha fatto scrivendo una lunga lettera attraverso un post apparso sul suo account ufficiale Instagram. Parole che nascondono un pizzico di amarezza ma anche consapevolezza di aver dato davvero tutto per i giallorossi fino a quando la società non gli ha praticamente dato il benservito. Con grande professionalità ha sempre accettato la decisione del club e dopo Totti e De Rossi, è stato lui l’ultima bandiera ad andare via dalla Roma. Nel suo post, tra le righe, nasconde una sorta di messaggio criptico volutamente lasciato tale per rispetto di quei colori, della squadra e della società…

Florenzi e il Milan si erano lasciati con la vittoria dello Scudetto, con il gol del laterale di Roma al Bentegodi contro il Verona in una delle gare chiave per la vittoria dello Scudetto. Era appena tornato da un infortunio che l’aveva costretto ad andare sotto i ferri, ma il suo recupero lampo gli ha consentito di tornare in campo, segnare un gol importante e conquistarsi la fiducia del Milan anche per il prossimo anno. “Ciao Roma, é stato un viaggio splendido! Avevo 11 anni la mia prima volta a Trigoria – scrive Florenzi sul suo account Instagram – In vent’anni solamente quattro volte ti ho detto arrivederci. La prima volta per crescere e “farmi le ossa” e negli altri casi perché a volte la vita ci insegna ad accettare situazioni che vanno diversamente da come abbiamo sempre immaginato”.

Leggi anche

Zaniolo si trova davanti Ibrahimovic e va in tilt: “Mi sono vergognato, non ho avuto il coraggio”

È proprio qui che Florenzi sottolinea come sia stata una scelta del club quella di privarsi di lui. Lo disse chiaramente anche lo scorso gennaio quando nel corso di un’intervista dichiarò apertamente: “Mi hanno detto che non servivano più gli eroi per i tifosi della Roma”. Fu il punto di non ritorno e Florenzi lo ribadisce nella sua lettera d’addio ai colori giallorossi: “Ho scelto la via del silenzio, perché è qui che nasce per me il significato di rispetto per una squadra e per una società”. Ha voluto dunque chiudere qui il discorso, senza voler ulteriormente approfondire le dinamiche che l’hanno portato a separarsi dalla Roma in questo modo. “Ci tengo con tutto il cuore a ringraziare le persone che hanno lavorato in questi anni a Trigoria, insieme siamo stati “CASA” – conclude il giocatore – Sereno e consapevole di aver dato il massimo per la maglia e i tifosi…vi auguro il meglio! Ale”.

100 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage