Conca d’Oro, degrado e sporcizia alla stazione di Val d’Ala

Messa in sicurezza dell’area ed un’attenta pulizia delle aree e dei marciapiedi. È stata approvata all’unanimità dal Consiglio del III Municipio la mozione presentata dal gruppo di Italia Viva, riguardante la stazione di Val d’Ala a Prati Fiscali. La consigliera Marta Marziali, firmataria della mozione, ha voluto impegnare il presidente e gli assessori competenti affinché ripristinino il decoro all’interno e all’esterno della stazione.

La Marziali, infatti, ha portato in aula le segnalazioni di cittadini e commercianti, preoccupati per uno “uno stato diffuso di incuria dell’intera area prospicente alla stazione di via Val D’Ala, con mancanza di diserbo dei marciapiedi, messa in sicurezza delle aree verdi e sporcizia e degrado diffusi”, si legge nella mozione. Una situazione, purtroppo, comune a molte altre stazioni che, periodicamente, necessitano di interventi di manutenzione.

degrado stazione val d'ala 2-2

Val d’Ala chiusa dal 2014

La stazione di Val d’Ala, chiusa dal 2014, rappresenta uno snodo importantissimo nel futuro della mobilità su ferro di Roma. In questi giorni, infatti, si stanno effettuando le prove di transito ferroviario in vista della riapertura, auspicata entro fine anno. Si tratterebbe, per il III municipio, di un altro traguardo, dopo la riapertura della stazione di Vigna Clara.

Si stanno realizzando intanto degli interventi per prolungare la linea FL2 da Tiburtina proprio a Val D’Ala, lavori inseriti nel piano industriale 2022-2031 di Ferrovie dello Stazione. Un’opera che metterà finalmente in comunicazione la stazione con l’importante snodo ferroviario e metropolitano.

Val d’Ala collegata con Vigna Clara e Tiburtina

Al termine dei lavori di riqualificazione della stazione di Val D’Ala, e della successiva riapertura della fermata agli utenti del servizio ferroviario, sarà inizialmente programmato il passaggio di un treno ogni ora. Offerta che potrà essere ampliata fino a quattro convogli ogni sessanta minuti per una capacità complessiva di 3.200 posti a sedere. Un servizio che garantirà una connessione veloce con la stazione Tiburtina, raggiungibile dalla fermata di Val D’Ala in un tempo stimato di 5 minuti. Non solo. È previsto anche un collegamento tra Val d’Ala e la stazione di Vigna Clara per il 2025.

degrado stazione val d'ala 1-2

“Questa progettualità, insieme alla realizzazione della Ciclovia delle Valli, (una pista ciclabile che coprirà tutta la dorsale Conca d’Oro-Corso Sempione-Val d’Ala-Prati Fiscali) – si legge nella mozione – già finanziata e programmata per il 2023, renderà questo quadrante un fulcro importante per il trasporto e per l’intermodalità di scambio che sarà realizzata”.

Vista l’importanza che andrà a ricoprire la stazione di Val d’Ala, è quindi necessario un piano di pulizia straordinario e di messa in sicurezza di tutta l’area della stazione.  “La riapertura della stazione di Val d’Ala, attesa da anni, è una grande occasione per potenziare la mobilità e il trasporto su ferro in questo quadrante di Roma e rivitalizzare attraverso l’aumento dei flussi di transito il commercio in quest’area dove verrà realizzata la ciclovia delle Valli – scrivono in una nota congiunta la capogruppo di Italia Viva nel III Municipio, Marta Marziali, prima firmataria della mozione, e i consiglieri del gruppo capitolino di Italia Viva Valerio Casini e Francesca Leoncini –  per questo riteniamo imprescindibile prevedere un piano straordinario per la messa in sicurezza in vista dell’apertura”.

Fonte : Roma Today