Luis Alberto rilancia il mercato della Lazio. Ecco le trattative biancocelesti

Ore intense per la Lazio che lunedì 4 luglio nella cornice di Piazza del Popolo presenterà le sue nuove divise per la stagione 2022/2023. Prima della partenza del 6 luglio per il ritiro di Auronzo però Sarri spera di avere qualche altro nuovo acquisto dopo Cancellieri e Marcos Antonio. 

Luis Alberto finanzia il mercato

Ormai la strada presa è quella del sacrificio di Luis Alberto. Lo spagnolo, classe ’92, è corteggiatissimo in Spagna con Siviglia e Valencia pronte ad un’asta, per la gioia di Lotito. Il patron laziale ha rifiutato la prima offerta del Siviglia (16 milioni di euro), e la formazione andalusa è pronta al rilancio per una cifra intorno ai 25 milioni di euro. Lotito spera in un rilancio del Valencia per far lievitare il cartellino fino a 30 milioni di euro cifra che dalla Lazio è ritenuta consona per il Mago anche in virtù del 30% che i biancocelesti dovranno girare al Liverpool in caso di cessione del 10 spagnolo. 

Con i soldi incassati dalla vendita di Luis Alberto, la Lazio chiuderebbe per il doppio colpo Ilic (2001) e Casale (1998) dell’Hellas Verona. Per entrambi si può chiudere, col serbo a titolo definitivo mentre per il difensore in prestito ma prima bisognerà cedere Luis Alberto. Soluzione che farebbe contento Sarri che potrà così godersi per almeno un’altra stagione Milinkovic-Savic. 

Difesa e portiere

Dopo l’intreccio Luis Alberto-Ilic e Casale, il sogno è sempre Romagnoli (’95) ufficilamente svincolatosi dal Milan. Il difensore ha rifiutato la Premier League perchè vuole solo la Lazio. Prima di affondare il colpo però Lotito vuole liberarsi di Acerbi (’88) dirottandolo proprio al Milan. In attesa di sviluppi la Lazio punta forte su Gila (2000) del Real Madrid. Per il difensore spagnolo è duello col Getafe, con gli spagnoli pronti ad offrire 6 milioni mentre la Lazio 5 più il 50% sulla futura rivendita del calciatore. 

Intanto manca l’ufficialità ma è fatta per i rinnovi di Patric (’93) e Radu (’86). Fino al 2027 per lo spagnolo, annuale per la bandiera della Lazio.

Si complica la pista Carnesecchi. La dirigenza dell’Atalanta ha frenato la trattativa dicendo che ancora c’è parecchia distanza e l’offerta laziale non è congrua. La Lazio offre 15 bonus compres, la Dea ne chiede 18. Ecco dunque che i biancocelesti pur tenendo Carnesecchi come obiettivo numero uno, guardano a Vicario (’96) dell’Empoli che lo valuta fra i 13 e i 15 milioni cifra alla portata della Lazio e Provedel (’94) dello Spezia valutato non oltre 4 milioni di euro. Sullo sfondo resto lo svincolato Ospina (’88) che ha detto addio al Napoli ma che ha un ingaggio importante sui 3,5 milioni di euro e per questo è vicino alla firma con l’Al-Nassr.

Fonte : Roma Today