Thor: Love and Thunder, Hemsworth ricoda l’inizio: “Pensavo sarei stato subito licenziato”

Il Thor di Chris Hemsworth è ora un punto fermo del Marvel Cinematic Universe per oltre un decennio, ma non è stato sempre tutto rose e fiori per l’attore australiano scelto per un ruolo tanto iconico quando era pressappoco uno sconosciuto.

Anche dopo essere entrato a far parte dell’ensemble più potente della Terra, gli Avengers, Hemsworth non pensava che sarebbe durato così a lungo all’interno dei Marvel Studios, e addirittura l’interprete del dio del tuono pensava che sarebbe stato licenziato durante la produzione del primo film.

“Per me c’è molta nostalgia per Thor: Love and Thunder, come ce ne è stata con l’ultimo film di Avengers. Sono dieci, undici anni che faccio questa roba. La prima volta che ho interpretato Thor è stato al fianco di Natalie Portman, e è stato uno dei miei primi lavori e continuavo a pensare che sarei stato licenziato, o che questo film non avrebbe funzionato, o che i fan non avrebbero accettato la mia versione del personaggio”, ha detto Hemsworth all’Australia’s TODAY. “Non pensavo di certo di esserne all’altezza, o che meritassi di essere lì, o che tutto potesse andare bene”.

E parlando del suo rapporto con Natali Portman, Chris Hemsworth ha detto: “Quindi, dieci anni dopo, siamo riusciti a ritrovarci, entrambi, le nostre vite sono cambiate radicalmente in molti modi. Inoltre, i personaggi sono cambiati. Penso che Thor sia cresciuto molto dal primo film, e ora vediamo Jane Foster spaccare, ha un sacco di superpoteri ed è lei stessa un supereroe. Questa cosa ha creato delle dinamiche davvero tutte da ridere”.

Intanto, se volete, date uno sguardo al nostro approfondimento sulle scene post credit di Thor: Love and Thunder.

Fonte : Everyeye