Scoppia incendio a Bufalotta, fuga dalla piscina in costume e ciabatte. Il racconto del pomeriggio di fuoco

Fiamme alte almeno 5 metri, fumo nero alto in cielo, persone spaventate in fuga in costume e ciabatte e auto incolonnate. È la cronaca di quanto accaduto nel tardo pomeriggio di mercoledì a Roma, dove un incendio scoppiato in un campo fra Bufalotta e Casal Boccone ha scatenato il panico tra le persone che avevano approfittato dalla giornata di festa di Santi Pietro e Paolo, per passare una giornata di relax. L’incendio invece ha fatto saltare i piani.

Sul posto sono intervenute alcune squadre dei vigili del fuoco e della protezione civile che hanno circoscritto il maxi rogo, impedendo che le fiamme potessero coinvolgere anche il circolo. Il caos nei momenti di fuga, però, c’è stato. Visto il fumo e il fuoco che stavano interessando la zona, le famiglie e le comitive si sono incamminate per via della Bufalotta in cerca di un riparo e per allontanarsi dall’area creando però una sorta di imbuto. Non ci sono stati feriti, ma la paura è stata tanta. 

A raccontare quegli attimi, Lucio Parlavecchio, volontario della protezione civile in quel momento fuori servizio però presente in zona e tra i primi a chiamare i soccorsi: “Le persone erano prese dal panico, la auto in fuga avevano creato un serpentone che avrebbe potuto essere pericoloso. Insieme alla polizia locale abbiamo dato le giuste indicazioni. Le fiamme erano altissime. Vorrei ringraziare i miei colleghi della protezione civile dei gruppi NSA Protezione Civile OdV, Anvvfc CAER Protezione Civile OdV, AVS Cosmos – Associazione Volontari Soccorso – odv, FUKYO OdV Protezione Civile, intervenuti sul posto che hanno affrontato con coraggio e sangue freddo fiamme altissime. Grazie anche ai numerosi pompieri con le loro botti e la loro preparazione. Grazie anche alla polizia Roma capitale del terzo Nomentano per le operazioni di viabilità e soccorso svolte”. 

Fonte : Roma Today