Evade dai domiciliari e accoltella un uomo alla gola, era un rivale nello spaccio di stupefacenti

29 Giugno 2022

Un 50enne di Seregno è evaso dai domiciliari e ha tentato di uccidere un uomo alla gola. A sventare l’omicidio, due carabinieri fuori servizio. Entrambi hanno precedenti in materia di stupefacenti.

0 CONDIVISIONI

Forse una vendetta o un regolamento di conti. Un 50enne di Seregno, in provincia di Monza e Brianza, ha provato a uccidere un 49enne in pieno giorno nel quartiere Lazzaretto. Entrambi hanno alle spalle vari precedenti per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti. A sventare l’omicidio, due carabinieri fuori servizio che hanno assistito alla scena.

L’aggressione e l’omicidio sventato

Erano circa le 15 di lunedì 28 giugno. Uno dei due militari della Radiomobile stava passeggiando in abiti civili per il quartiere seregnese. Ad un certo punto ha notato il 50enne che, con un coltello in mano, era pronto ad aggredire quello che si è poi rivelato essere un 49enne brianzolo con precedenti. Il militare è allora intervenuto, riuscendo a disarmare l’aggressore mentre stava scagliando alcuni fendenti salvando la vita alla vittima.

Quando sembrava ormai stabilizzata la situazione, un 41enne amico dell’aggressore si è avventato contro il carabiniere. A correre in aiuto del militare è arrivato un suo collega, anche lui in abiti civili e fuori servizio. Immobilizzato il 50enne, il suo amico si è arreso gettando a terra il coltello.

Leggi anche

Si ferisce alla gola mentre usa la motosega: muore uomo di 54 anni

Il 50enne stava scontato una condanna agli arresti domiciliari

Poco dopo sono arrivate quattro volanti della Compagnia e i sanitari del 118 per soccorrere il 49enne vittima dell’aggressione. Sia il 50enne che il suo amico di 41 anni sono stati arrestati con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi.

Al primo aggressore, viene anche contestata l’evasione dai domiciliari che stava scontando e il tentato omicidio. Entrambi ora sono al carcere di Monza, in attesa della convalida d’arresto da parte della Procura.

La vittima è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Desio. Medicato per ferite alla gola e al braccio, è stato dimesso con sette giorni di prognosi.

0 CONDIVISIONI

Fonte : Fanpage