United Pomezia, intervista al neotecnico Lacasella: “Mi aspetto una squadra matura ed entusiasta”

Nella scelta del nuovo allenatore, lo United Pomezia non ha avuto alcuna esitazione nel barrare…Lacasella! Giochi di parole a parte, Gianluca Lacasella è da pochi giorni il successore di coach Alessandro Nulli Moroni sulla panchina dello United Pomezia, formazione di volley femminile che disputerà il campionato di Serie B1 nella stagione 2022-2023. Dopo l’esperienza come tecnico in seconda proprio con la formazione rossoblu, è arrivata questa importante promozione nel secondo anno dello United nella terza categoria nazionale, in quella che dovrà essere l’annata delle conferme. Roma Today lo ha intervistato per raccogliere le sue prime impressioni in vista della nuova avventura. Ecco le sue risposte:

Anzitutto complimenti per questo nuovo incarico. Come hai accolto la notizia?

La sensazione è stata quella di una grande felicità perché vuol dire che quello che ho seminato l’anno scorso, prima di tutto a livello umano e poi a livello tecnico, ha avuto un riscontro sia con le ragazze che con la società. Mi sono sentito una figura all’altezza di sostenere l’incarico di allenatore in B1: in questa categoria sono esordiente, sono stato soltanto viceallenatore e mi cimento con una realtà del tutto nuova.

L’eredità di Alessandro Nulli Moroni, con la promozione in B1 e i play-off sfumati dell’ultima stagione, può essere un peso?

Credo che più che un peso possa essere uno slancio. Alessandro ha dato il via a un ciclo che ha portato a questi risultati e su questa impostazione proveremo a fare qualcosa di diverso ma sempre in grado di complementare il percorso compiuto finora. Alessandro ha lavorato parecchio con le ragazze, ha dato tantissimo a loro e magari con una voce e una proposta diverse ci potrebbe essere un approccio differente delle ragazze, anche in termini di risultati.

A tal proposito, che United Pomezia ti aspetti per la stagione 2022-2023?

Mi attendo una squadra entusiasta ed è per questo che sono molto stimolato dal nuovo incarico. Nell’ultima stagione ho notato che, stimolata nel momento giusto, Pomezia ha dato delle buone risposte. La mia prospettiva è quella di cercare di proporre un lavoro per creare nuovi stimoli ed entusiasmi, provando a capire che tipo di risultati possiamo raggiungere con questa impostazione. La base di partenza per la nuova annata deve essere proprio questa, poi i risultati tecnici ed agonistici verranno fuori di conseguenza.

Oltre all’entusiasmo, quanto può contare la voglia di rivalsa dopo i play-off sfumati all’ultimo turno poche settimane fa con Castelfranco, partita in cui hai tra l’altro guidato la squadra?

Più che rivalsa mi aspetto che le ragazze abbiano la giusta consapevolezza, oltre alla maturità fin dall’esordio in campionato. Nell’ultima stagione questi valori sono emersi nel corso delle gare, visto che la squadra era al debutto in B1, dunque i risultati ce li aspettavamo relativamente. Dovremo continuare a rincorrere le posizioni alte della classifica, in attesa di capire che campionato e che girone ci attenderanno. Dobbiamo renderci conto di essere una formazione che può affrontare qualsiasi avversario, senza farci sorprendere per raccogliere più punti possibili già nelle prime gare. Il vero valore di una squadra bisogna dimostrarlo fin da subito.

Fonte : Roma Today